Autotrasporti, settore in crisi: le nove richieste

Crisi economica post Covid e adesso caro carburante, serve una mano per il settore autotrasporti
camionisti in crisi

Non bastava ciò che è successo in questi ultimi due anni con l’emergenza epidemiologica, i lockdown, le chiusure e la inevitabile crisi economica che ne è scaturita. Adesso pure il rincaro esponenziale dei carburanti.

Il settore dell’autotrasporto è in ginocchio come forse nessun altro settore. E gli addetti ai servizi si muovono, chiedono aiuti e interventi.

Ma cosa si può fare per superare questo momento che può portare a in problema sociale non certo di poco conto?

Le richieste del settore autotrasporto

In una epoca come la nostra è inevitabile che molto conti Internet, la rete e i canali social.

E proprio sui social, ecco un post con dentro le richieste del settore per uscire da quella che a tutti gli effetti è una situazione di crisi senza precedenti.

In tutto nove i punti cardine:

  • Un provvedimento d’urgenza per tutto il 2022 per calmierare il costo del gasolio;
  • Il recupero delle accise mensili con possibilità di usufruire del credito dopo dieci giorni da protocollo della pratica;
  • Riduzione del costo delle autostrade;
  • Un meccanismo di adeguamento dei costi minimi del trasporto al costo del carburante;
  • Pubblicazione dei costi minimi di sicurezza e clausola del carburante obbligatoria in fattura;
  • Rendere obbligatorio il costo minimo di sicurezza;
  • Riduzione del costo del personale;
  • Estensione del recupero accise a tutto il settore del trasporto in conto terzi;
  • Apertura di un tavolo permanente sulle criticità del settore.

L’autotrasporto in grave crisi

È vero, parlare di crisi riducendola essenzialmente al settore autotrasporto è alquanto riduttivo. C’è il turismo, c’è la ristorazione, ci sono i piccoli negozi. Tutte attività che sono in ginocchio e che rischiano di chiudere, e molte hanno già deciso di abbassare la saracinesca. L’aumento del gasolio e della benzina, l’aumento di luce e gas, tutte voci che incidono sul tessuto sociale e lavorativo italiano in maniera non certo marginale.

In un volantino, quelli dell’autotrasporto, elencano tutte le problematiche a cui sono assoggettate. Nello specifico:

  • Aumento gasolio;
  • costo degli pneumatici sempre più elevato;
  • Aumento costo AD-Blue;
  • Aumento energia;
  • Patente a punti che esiste solo in Italia;
  • Carenza di autisti;
  • Costo dell’autostrada sempre in aumento;
  • Condizioni delle strade sempre più impraticabili.

Le richieste alle Istituzioni sono molteplici perché parliamo di uno dei settori fondamentali per l’economia italiana, trattandosi del primo settore della filiera agroalimentare.

Doctorparts
📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
5
Shares