Badanti, oltre 800 euro a settimana di lavoro con i contratti normali di lavoro della SECO

Se in Italia le badanti sono tra i lavoratori meno pagati di tutti, con orari di lavoro stressanti e con pochi diritti, nella vicina Svizzera le cose sono diverse
badanti

In Italia esiste un Ccnl del lavoro domestico che fissa i minimi salariali per ogni tipologia di lavoratore, dalle badanti alle colf, dai cuochi ai giardinieri. I contratti collettivi sono documenti che nascono da contrattazione collettiva, cioè per il tramite di accordi tra rappresentanti dei lavoratori e rappresentanti dei datori di lavoro.

I ogni parte del mondo esistono documenti generali che fissano le regole dei rapporti di lavoro. In Svizzera per esempio, da qualche anno è in funzione il contratto normale di lavoro, una disposizione nazionale simile ai nostri Ccnl. Ed ogni Cantone svizzero deve adeguarsi e verificare che le disposizioni nazionali vengano applicate.

Le badanti che prestano servizio in Svizzera già a primo impatto, stanno nettamente meglio di quelle italiane. Certo, è anche vero che in Svizzera si dice che la vita costi di più, ma se il discorso verte sul confronto tra la Svizzera ed un piccolo paesino della Calabria o della Basilicata, forse è vero, ma nelle grandi città italiane, come per esempio Milano, tutta la differenza di costo della vita non è tanto evidente.

Badante in Svizzera, benefit e orario di lavoro

A prescindere dalla mansione che svolgono, i collaboratori familiari (come si chiamano tutti i lavoratori domestici in Italia con definizione nata con il rinnovo del Ccnl dello scorso ottobre) in Svizzera godono di regole uniformi su tutto il territorio nazionale.

È stata la Segreteria di Stato dell’Economia (SECO), l’alter-ego del nostro Ministero dell’Economia,  ha proporre il CNL, acronimo di contratto normale di lavoro.

Le badanti conviventi, come si chiamano in Italia quelle che vivono nella stessa casa privata delle persone assistite, godono di alcuni benefit imprescindibili come la camera singola richiudibile, arredata con almeno  letto, tavolo, sedia e armadio e con accesso illimitato e gratuito a internet.

In base al CNL svizzero poi, le ore di lavoro settimanale è fissato a 44 ore. Ore attive però, perché in queste 44 ore vanno escluse le pause giornaliere e le ore di sola presenza.

Badanti in Svizzera, stipendio minimo

Tra le 23:00 e le 6.00 del mattino, non si possono pianificare attività lavorative per la badante. Alla badante spettano 2 ore di pausa giornaliera, una giornata intera di riposo e altre 8 ore da sfruttare non in collegamento con le 24 ore della giornata intera di riposo.

Per i lavoratori senza esperienza e qualifiche, per ogni ora di lavoro lo stipendio è pari a 18,90 franchi, più o meno 17,60 euro. Per chi ha almeno 4 anni di esperienza nella mansione, stipendio orario pari a 20,75 franchi svizzeri, cioè circa 19,30 euro. Infine per i qualificati, in possesso dell’attestato svizzero di capacità, 22,75 euro ad ora di lavoro, cioè oltre 21,15 euro.

La presenza, sia diurna che notturna viene pagata a parte, con tariffe tra i 5 ed i 10 franchi ad ora, cioè tra 4,65 e 9,30 euro. Il vitto e alloggio che in Italia sono a carico del datore di lavoro, in Svizzera possono essere addebitate alla badante, in misura pari a 33 franchi al giorno, cioè 30,69 euro.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
51
Shares
Potrebbe interessarti: