Bollo auto prescrizione: cosa prevede la Cassazione?

Quando interviene la prescrizione bollo auto per omesso pagamento? Ecco cosa dice la Corte di Cassazione

bollo auto

Bollo auto è il modo comune d’indicare la tassa automobilistica, è appunto una tassa che si paga per sul possesso di una autovettura.

Sono in generale i Governi delle Regioni ad avere la competenza su questa tassa a esclusione del Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia (fino al 2015), ovvero le Regioni cosiddette a Statuto Speciale per le quali il bollo auto è una tassa il cui provento va a bilancio dello stato. Fanno eccezione le province di Bolzano e di Trento che hanno invece la titolarità per gestire il bollo auto al pari delle Regioni non a statuto speciale.

Da questa premessa ne derivano alcune domande per ciò che riguarda l’omesso pagamento del bollo auto e dei termini di prescrizione.

Cambia qualcosa in base alla Regione d’italia nella quale si è residenti?

In realtà non cambia nulla sui termini di prescrizione, questo perché la Corte di Cassazione ha chiarito in una sentenza che le Regioni hanno si in carico la gestione della riscossione e un piccolo margine d’intervento sull’importo ma null’altro. Sono, quindi, inibiti i Governi Regionali alla modifica dei termini di prescrizione.

Ma vediamo quando scatta la prescrizione

La legge cita testualmente che il mancato pagamento “si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento” quindi passato il terzo anno dall’anno della scadenza dei termini si considera prescritto il pagamento e ogni richiesta, avviso di pagamento da parte di qualsiasi ente è da considerare nullo. La stessa regola vale a parti invertite e quindi se un cittadino per un  qualsiasi motivo ha pagato un importo superiore a quanto dovuto al termine dei tre anni non ha più diritto a chiedere il rimborso.

Facciamo attenzione però ad eventuali proroghe sulle scadenze, queste si decise dalle Regioni, che di fatto hanno effetto anche sui termini di prescrizione che restano di tre anni ma a partire dal termine di scadenza prorogra inclusa.

Ricordiamo anche che le comunicazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, in generale i solleciti di pagamento e simili, interrompono il periodo di prescrizione.

Per calcolare l’importo del Bollo auto leggi anche:Bollo auto calcolo della tassa più odiata: quanto si paga?