Bonus 600 euro a 5 parlamentari: immorale ma non illegale

5 parlamentari hanno richiesto il bonus 600 euro autonomi e, a quanto sembra, 3 lo hanno ottenuto. Grande indignazione ma non hanno commesso reati.

Senato

Sta rimbalzando su tutte le fonti di news la notizia del bonus 600 euro richiesto da 5 parlamentari.

Stiamo parlando di personaggi che percepiscono una diaria mensile superiore ai 12mila euro che richiedono un bonus da 600 euro che l’esecutivo ha stanziato per professionisti e partite Iva in difficoltà a causa del COVID.

Bonus 600 euro per parlamentari

A richiedere il bonus partita Iva di 600 euro sono stati 5 parlamentari (di cui, ovviamente, non si conoscono i nomi), ad ottenerlo ed incassarlo, da quello che trapela dalle ultime notizie, soltanto 3.

L’indignazione della popolazione è stata altissima, giustamente. Ma i signori parlamentari non hanno commesso nulla di illegale.

Il bonus, studiato per chi ha visto ridurre le proprie entrate, poteva essere richiesto anche dai parlamentari, se titolari di partita IVA.

Niente di illegale quindi, ma di immorale sicuramente visto che il bonus era destinato alle fasce della popolazione che stavano risentendo maggiormente dallo stop delle attività produttive e che in molti casi è andato a persone che si sono ritrovate, a causa del COVID, senza lavoro e senza reddito.

Bastava un poco di lungimiranza e di buon pensiero per non richiedere 600 euro che, anche se spettanti, non hanno certo fatto la differenza per chi tutti i mesi ha entrate superiori ai 10mila euro.

Chi ha fatto trapelare la notizia? Pasquale Tridico ha avviato un audit interno per trovare il colpevole anche se attualmente i partiti, in primis il Movimento 5 Stelle, stanno premendo per fare in modo che i 5 parlamentari che hanno fruito del bonus si autodenuncino.

Per il fatto, però, che non viene contestato alcun reato ai 5 in questione, la pressione può essere soltanto psicologica e che potrebbe vedere uno spiraglio soltanto con la convocazione formale in commissione parlamentare dei vertici INPS. Al momento, però, tale convocazione non è ancora stata fatta e i 5 furbetti del bonus 600 euro, sono attualmente ancora sconosciuti.