Bonus e indennità: Reddito di Emergenza, ancora rate nel 2022?

Ancora emergenza sanitaria e quindi ancora emergenza economica, preludio ad altre mensilità nel 2022, almeno come ipotesi.
reddito di emergenza

Nuova proroga del reddito di emergenza nel 2022. È la notizia che molti si aspettano questa, perché bonus e indennità sono ancora oggi necessari per molte persone e per molte famiglie.

Ed il reddito di emergenza è stata misura fondamentale per centinaia di migliaia di famiglie italiane prove di altri strumenti di sostegno.

Al momento siamo nel campo delle ipotesi ma perdurando lo stato di emergenza, inevitabile che la speranza di altri pagamenti sia largamente diffusa.

Stato di emergenza, non può non riguardare anche l’economia

Il reddito di emergenza è nato per aiutare dal punto economico quei soggetti che per via della grave emergenza sanitaria e pandemica, hanno avuto seri problemi reddituali.

Si tratta di soggetti privi di altri strumenti di sostegno, provi di cassa integrazione, privi di reddito di cittadinanza, privi di qualsiasi altra misura si sostegno per l’emergenza Covid.

L’emergenza continua, e non si può non considerare in tutt’uno la problematica epidemiologica con quella economica.

Se il governo ha deciso di prolungare l’emergenza, alla luce dell’aumento dei contagi ed alla luce di varianti nuove del virus, allora è probabile che si prosegua con le indennità.

È vero che bar e ristoranti oggi sono aperti e lo scorso anno erano chiusi di questi tempi. Ma è anche vero che Green pass e adesso il Super Green pass riducono la clientela. I non vaccinati non possono entrare in molti posti e, in barba al pensiero di molti ristoratori contenti di essere aperti, si tratta di clienti in meno.

Meno clienti, meno personale, meno indotto, meno tutto.

Tradotto, crisi economica non indifferente per molti. E allora anche il reddito di emergenza va prorogato.

Le ipotesi bonus e indennità, anche il nuovo Rem?

Ci stupiremmo di un governo che da una parte grida all’emergenza, che spinge i vaccini, che chiude in casa i non vaccinati, e dall’altra blocca le misure di sostegno.

Non può essere. Ecco che anche il Rem potrebbe avere nuove mensilità. Il reddito di emergenza, con l’ultima rata che in questi giorni, tra mille ritardi, sta arrivando agli italiani, ha esaurito il suo funzionamento. I pagamenti di questo mese di novembre, si riferiscono alla mensilità di settembre del Rem.

Ciò significa che gli ultimi 3 mesi dell’anno sono fuori indennizzo. Eppure il reddito di emergenza, numeri alla mano è stato un successo, nel senso che sono state moltissime le persone a presentare domanda per le varie tranche (l’ultima era per 4 mesi, da giugno 2021 a settembre 2021) e a ricevere il bonus.

A dire il vero, non si hanno notizie di proroghe o di nuove rate. Nemmeno la manovra finanziaria del governo ha messo niente al riguardo. Ma come detto, se il governo ragiona di emergenza, allora non può, nonostante si parli di ripresa economica, non può non prendere in considerazione l’ipotesi di riprendere ad erogare qualche sussidio.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
8
Shares