Buoni fruttiferi postali, più tempo per riscuoterli

Slitta la data entro cui incassare i buoni fruttiferi in prescrizione a luglio 2021.
portalettere poste italiane

Anche per i buoni fruttiferi postali il Covid ha inciso parecchio. Così assume particolare rilevanza la data del 31 luglio prossimo dal momento che proprio a causa del Covid cambia la scadenza. Ed è stato Poste Italiane a certificare mediante avviso, che ci sarà più tempo per riscuoterli. 


La comunicazione di Poste Italiane

Per i buoni fruttiferi postali in prescrizione tra il primo luglio scorso ed oggi 31 luglio, si allungano i tempi di riscossione. Infatti causa pandemia, Poste italiane ha concesso fino al 30 settembre 2021 come data ultima entro cui incassarli. A fugare dubbi ed equivoco, sempre Poste Italiane ha indicato il numero verde a cui rivolgersi per avere maggiori informazioni, cioè il numero verde gratuito 800 00 33 22.Il contact center è alternativo all’ufficio postale fisico o al sito di Poste Italiane (o quello di Cassa Depositi e Prestiti), altri canali utili per le informazioni. 


Stop interessi sui buoni postali

Naturalmente il maggior lasso di tempo offerto riguarda solo la possibilità di riscuotere. Perché anche se si arrivava settembre, i buoni non produrranno più interessi oltre la scadenza originaria. Va ricordato infatti che a partire dalla data di scadenza i buoni non producono più interessi e dopo 10 anni si prescrivono. 

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: