Concorsi pubblici 2021: dal 3 maggio circa 120mila posti sbloccati. Le nuove regole Covid

Nuove linee guida sulle procedure concorsuali validate dal CTS per i concorsi pubblici 2021 a partire dal 3 maggio. Le norme Covid per concorsi a regime, già banditi e da bandire.
Concorso Vigili del Fuoco 2021: n. 53 ispettori informatici

I concorsi pubblici 2021 si svolgeranno senza grossi problemi, a partire dal 3 maggio, nel rispetto delle nuove linee guida imposte dal Comitato Tecnico Scientifico. E’ quanto indicato dal DL n. 44/2021 per lo sblocco dei bandi già pubblicati, per i prossimi concorsi che saranno banditi in emergenza Covid e per quelli a regime. L’obiettivo è di procedere in sicurezza, all’insegna della semplificazione e digitalizzazione.

Sblocco di circa 120 mila posti per i concorsi delle PA

La maggior parte dei posti previsti nei concorsi pubblici riguardano il comparto scuola, con circa 91mila messi a bando o da bandire. 18.014 posti da assegnare attraverso i concorsi Dipartimento funzione pubblica, così suddivisi: 4.536 posti da bandire; 10.228 posti con concorsi banditi, da concludere o conclusi; 3.250 posti di intesa con il Ministero della Giustizia.

Altri 9.875 posti circa messi a bando (secondo la rilevazione bandi di concorso aggiornata al 29 marzo 2021):

  • Regioni: 2.600
  • Servizio Sanitario: 3.371
  • Comuni: 2.636
  • Università: 842
  • Enti pubblici non economici: 279
  • Enti di ricerca: 125
  • Avvocatura dello Stato: 12

Nuove regole Covid per lo svolgimento dei concorsi pubblici a regime

Le modalità obbligatorie prevedono una sola prova scritta e una prova orale; fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle fasi successive; uso di strumenti informatici e digitali con tutela dei dati personali, tracciabilità e sicurezza.

Eventualmente si ricorrerà a svolgere i suddetti concorsi in sedi decentrate; in videoconferenza per la prova orale; titoli ed eventuale esperienza professionale possono concorrere al punteggio finale; eventuale non contestualità garantendo trasparenza e omogeneità delle prove.

Nuove regole Covid per lo svolgimento dei concorsi pubblici già banditi

Le modalità obbligatorie sono in vigore sino al perdurare dello stato di emergenza; previsto l’utilizzo degli strumenti informatici e digitali con rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali, tracciabilità, sicurezza.

Modalità eventuali (utilizzabili con le risorse disponibili): fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle fasi successive. Titoli ed eventuale esperienza professionale possono concorrere al punteggio finale (con riapertura del bando e pubblicità). Una sola prova scritta e una eventuale prova orale. Sedi decentrate (in ragione del numero dei candidati). Eventuale non contestualità garantendo trasparenza e omogeneità delle prove. Anche eventuale videoconferenza per prova orale.

Nuove regole Covid per lo svolgimento dei concorsi pubblici da bandire

Pubblicità

Modalità obbligatorie: una sola prova scritta (la prova orale è eventuale). Fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle fasi successive. Utilizzo degli strumenti informatici e digitali con rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali, tracciabilità, sicurezza.

Modalità eventuali: sedi decentrate (in ragione del numero dei candidati). Anche eventuale videoconferenza per prova orale. Titoli ed eventuale esperienza professionale possono concorrere al punteggio finale. Eventuale non contestualità garantendo trasparenza e omogeneità delle prove.

Nuove linee guida sulle procedure concorsuali validate dal CTS

  1. Durata massima di un’ora della prova scritta in presenza a partire dal 3 maggio 2021
  2. Candidati e personale dell’organizzazione devono effettuare il tampone nelle 48 ore antecedenti (anche se vaccinato)
  3. Utilizzo degli strumenti informatici e digitali con il rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali, tracciabilità e sicurezza
  4. Utilizzo sedi decentrate (in ragione del numero dei candidati) per evitare al massimo gli spostamenti
  5. Obbligo di indossare la mascherina FFP2 fornita dall’organizzazione
  6. Prevedere adeguati ricambi d’aria e distanziamento tra i candidati
  7. Percorsi differenziati per ingressi e uscite
  8. Collaborazione con il sistema di protezione civile regionale e nazionale per l’organizzazione e la gestione delle prove

LEGGI ANCHEConcorso Comune di Roma 2021 per 1.512 posti: ultime novità modalità prove

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
5
Condivisioni
Potrebbe interessarti: