Legge 104

Con il messaggio numero 93 del 13 gennaio 2021 l’Inps fornisce importanti chiarimenti in merito ai benefici in favore di lavoratori disabili in situazione di gravità. Prime istanze nelle more dell’iter sanitario di revisione.

Il messaggio dell’INPS di oggi fornisce importanti novità riguardo ai benefici concessi al lavoratori che richiedono per la prima volta tale riconoscimento con verbale in stato di revisione.

Chi rientra richiede per la prima volta i benefici in questione, infatti, non rientra nella possibilità di mantenere le prestazioni già concesse fino alla conclusione dell’iter sanitario proprio perchè tali benefici non risultato acquisiti precedentemente.

Al riguardo, si rammenta che l’articolo 25, comma 6-bis, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, introducendo elementi di semplificazione dell’iter sanitario amministrativo per l’accertamento dell’invalidità e della disabilità, ha previsto che: “Nelle more dell’effettuazione delle eventuali visite di revisione e del relativo iter di verifica, i minorati civili e le persone con handicap in possesso di verbali in cui sia prevista rivedibilità conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura”.

Benefici richiesti per la prima volta

Nel messaggio dell’Inps si legge che a causa COVID si è verificata una sospensione delle visite di accertamento che ha comportato un dilatarsi dei tempi di attesa per vedersi riconoscere i benefici previsti per l’handicap grave.

In base a quello che prevede il messaggio in questione l’INPS riconoscerà le prestazioni anche a coloro che, avendo presentato domanda per la prima volta, sono in attesa con verbale in stato di revisione di modo che possano beneficiare, nel frattempo, delle agevolazioni previste in attesa che si concludano gli iter sanitari per la revisione dei verbali.