Coronavirus, Azzolina: i contagi non avvengono a scuola

I contagi non avvengono a scuola, bisogna cercare altrove, afferma la ministra Azzolina.

Azzolina

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina rilascia dichiarazioni all’Ansa in cui afferma che “I ragazzi sono felici di essere tornati a scuola. E ci devono rimanere. Anche per quelli più grandi la didattica in presenza è fondamentale perché garantisce formazione ma anche socialità, che altrimenti i giovani andrebbero a cercare altrove”.

I contagi, spiega la Ministra, non avvengono a scuola da quello che emerge dalle analisi dell’ISS. Secondo la Azzolina le motivazioni andrebbero ricercate nelle attività extrascolastiche e, quindi, fuori dalla scuola.

Gli fa eco, poi la dichiarazione del ministro della Salute Roberto Speranza “Lavoriamo perché le scuole possano continuare a funzionare in presenza” perchè “I giovani hanno pagato un prezzo enorme con la chiusura di scuole e università e ora dobbiamo provare ad alzare la soglia di attenzione”.