Coronavirus, dal 14 luglio nuove misure per contenere il contagio

Nuove regole a partire dal 14 luglio per il contenimento del coronavirus. Obbligo mascherina si, uso dei guanti no. Vediamo cosa cambia.

Coronavirus bis

In vista del 14 luglio, giorno in cui scadranno le disposizioni per il contenimento del Coronavirus attualmente in vigore, saranno apportati degli aggiustamenti con un dcpm apposito.

Tra le misure previste dallo stesso troviamo il prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 dicembre ed il divieto di ingresso in Italia di cittadini provenienti dai Paesi ad alto rischio.

Nuove misure Coronavirus dal 14 luglio

La decisione di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre serve a legittimare eventuali nuove restrizioni alla libertà di movimento personale. In ogni caso il prolungamento dovrà essere votato dal Consiglio dei ministri.

Anche dopo il 14 luglio, in ogni caso, resterà in vigore l’obbligo dell’uso della mascherina obbligatorio nei luoghi chiusi e quando non si può rispettare il distanziamento sociale.

Non sarà, invece, prorogato l’utilizzo dei guanti anche perchè se utilizzati in modo errato fanno più danno che benefici.

Anche dopo il 14 luglio continuerà ad esserci l’obbligo della rilevazione della temperatura per accedere a centri commerciali e luoghi pubblici. In uffici e negozi si dovrà continuare a mettere a disposizione erogatori di disinfettante per le mani.

Le discoteche al chiuso che avrebbero dovuto riaprire il 14 luglio, purtroppo continueranno a rimanere chiuse almeno fino a fine mese.

Resta in vigore, anche dopo il 14 luglio il divieto di assembramento; per quanto riguarda, invece, sagre e fiere il dibattito sembra ancora aperto sulla possibilità di introdurre controlli più stringenti.

Con il nuovo dcpm, infine, il governo vorrebbe prorogare il divieto di entrata in Italia a chi proviene (anche mediante triangolazione) da Armenia, Bahrein, Bangladesh, Kuwait, Oman, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord, Moldova, Brasile, Cile, Panama, Perù e Repubblica Dominicana. Per chi proviene dagli Stati Uniti, invece, permarrà l’obbligo di 14 giorni di quarantena.