Coronavirus: didattica a distanza e chiusura anticipata per bar e ristoranti?

Didattica a distanza per le scuole superiori e chiusura anticipata per bar e ristoranti: il governo ci pensa.

Coronavirus

I contagi continuano a crescere e nonostante le restrizioni imposte con l’ultimo decreto, si sta pensando a lockdown localizzati e altre norme che possano inasprire i divieti per la popolazione.

Si medita sulla didattica a distanza, almeno per le scuole superiori. Ma non per la poca sicurezza offerta dalle scuole, dove le restrizioni si rispettano. Bensì per l’affollamento dei mezzi di trasporto pubblico sui quali i giovani viaggiano per raggiungere le scuole.

Non sarebbe più facile agire sui mezzi di trasporto mettendone a disposizione un maggior numero nelle ore in cui gli studenti si spostano piuttosto che penalizzare ancora la scuola?

Un’altra ipotesi su cui il governo sta meditando è quella di imporre un coprifuoco ancora più restrittivo ai locali commerciali come bar e ristoranti. Si sta pensando ad una chiusura degli stessi anticipata alle ore 21 o al massimo alle ore 22.