Coronavirus e nuovo lockdown, Conte non lo esclude più

Ormai neanche il premier GIuseppe Conte esclude più la possibilità di un nuovo lockdown.

Coronavirus 2020

L’annunciata e temuta seconda ondata del coronavirus è purtroppo arrivata: i contagi sono tornati a salire e con essi sono arrivate nuove restrizioni e divieti per cercare di far scendere la curva.

Se fino a qualche giorno fa, poi, il premier Giuseppe Conte escludeva a priori un nuovo lockdown nazionale a partire dallo scorso martedì tutta la sua sicurezza sembra essere scemato.

Ovviamente il lavoro che si sta facendo ora, assicura Conte, è per evitare un nuovo lockdown generalizzato ma sulle teste degli italiani pende, come una spada di Damocle la previsione del virologo Andrea Crisanti che aveva previsto un lockdown nazionale per Natale.

Conte per ora rimane sul vago e dichiara che «Io non faccio previsioni. Io faccio previsioni sulle misure più idonee, adeguate e sostenibili per prevenire un lockdown» anche se aggiunge che eventuali misure più rigide dipenderanno dal comportamento dei cittadini.

La situazione è preoccupante, e questo non può essere ignorato e Conte afferma che se le restrizioni e i divieti non verranno rispettate il contagio continuerà a salire.

Il premier si appella al senso di responsabilità dei cittadini e avverte «È una partita in cui vinciamo o perdiamo tutti»