Covid: l’Italia torna in zona gialla dopo l’Epifania, ma solo temporaneamente

Prevista una tregua con l’Italia in zona gialla dopo il 6 gennaio, ma poi tornerà multicolore con l’introduzione della fascia bianca
Coronavirus Covid: l'Italia torna in zona gialla dopo l'Epifania, ma solo temporaneamente

Al termine del vertice notturno sull’emergenza coronavirus tra governo e regioni, avanza l’ipotesi che l’Italia possa tornare in zona gialla giovedì 7 e venerdì 8 gennaio 2021. Il ministro della Salute Roberto Speranza, lascia intendere che non è ancora il caso di allentare le misure anti Covid previste dal Dpcm in vigore fino al giorno dell’Epifania. Pertanto, nel weekend di sabato 8 e domenica 9 gennaio, l’Italia dovrebbe ritornare in zona rossa.

L’eventuale zona bianca

Per l’8 gennaio 2021 sono previsti i dati derivanti dal monitoraggio sulle regioni, che riporteranno il nostro Paese ad essere multicolore. Oltre alla note zone gialle, arancioni e rosse, potrebbe essere introdotte anche le zone bianche (o verdi), ma tutto ciò sarà stabilito del prossimo Dpcm che dovrebbe entrare in vigore dal 16 gennaio. Al momento, nessuna regione sembra avere la possibilità di essere messa in zona bianca, anche se sono ancora da stabilire i parametri che lo consentirebbero.

L’ipotesi più probabile, prevede che a rientrare in un’eventuale zona bianca, sarebbero le regioni con un Rt basso e con minore criticità per quanto concerne occupazione di posti letto per ricoveri e terapie intensive. In ogni caso, l’incidenza settimanale dei contagi non dovrebbe superare le 50 unità ogni 100.000 abitanti, attualmente non c’è una regione al di sotto di questa soglia.

La fascia bianca potrebbe prevedere l’apertura di bar, ristoranti, cinema, teatri, piscine, palestre, musei e nessun coprifuoco. Fermo restando, le norme anti Covid che riguardano l’igiene, il distanziamento e l’uso della mascherina.

Pubblicità

Zona rossa nei prefestivi e festivi

Ritornando all’eventualità di un’Italia in zona rossa nei giorni prefestivi e festivi anche dopo il 6 gennaio 2021, dovrebbe permanere la deroga sugli spostamenti, previsti per i Comuni inferiori a 5mila abitanti, per cui ci si potrà spostare entro un raggio di 30 chilometri, anche se in un’altra regione, escluso il Capoluogo di provincia. Resterebbe valido il divieto di spostamento a casa di parenti e amici, per più di due persone, minori di 14 anni e disabili conviventi esclusi.

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
11
Shares
Potrebbe interessarti: