Decreto Natale Covid: le linee guida e le deroghe

Decreto Covid per le feste di Natale: giorni gialli, arancioni e rossi. Info sugli spostamenti, deroghe, e negozi aperti anche in zona rossa.

Nuovo DPCM, probabili misure

Finalmente, il decreto Covid per le feste natalizie è stato varato dal governo. L’Italia sarà zona rossa nei giorni festivi e prefestivi dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021. Negli altri giorni andrà in zona arancione, mentre dal 21 al 23 dicembre, l’Italia sarà in zona gialla, ma con il divieto di spostarsi in un’altra Regione.

Decreto Natale 2020 e deroghe

Il decreto Natale prevede anche qualche deroga alle misure restrittive anti-Covid previste. Ovvero nei giorni festivi si potrà andare a casa di parenti e amici, ma per un numero massimo di due persone, minori di 14 anni e persona disabili esclusi. Dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, ci si potrà spostare nelle seconde case, ma sempre all’interno del territorio regionale. Si può andare anche all’estero dal 21 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021, ma quando si torna in Italia, è obbligatoria la quarantena di due settimane.

In ogni caso, per spostarsi nei giorni in cui l’Italia è in zona rossa o arancione, è necessaria l’autocertificazione. Le forze dell’ordine sono allertate per controllare ed eventualmente multare chi non rispetta i divieti. Nei giorni rossi, gli spostamenti sono ammessi solo per motivi di lavoro, necessità e salute (salvo deroghe), il tutto deve essere comprovato. Ci si può spostare solo una volta al giorno e verso una sola abitazione, purché nella stessa Regione.

Nei giorni arancioni ci si può spostare solo all’interno del proprio Comune, fatta eccezione per quelli con un numero inferiore a 5mila abitanti, ma con il limite di un raggio di 30 chilometri. Resta vietato recarsi in altre regioni. E’ sempre consentito tornare a casa al proprio domicilio, residenza o abitazione. Permane il coprifuoco tutti i giorni, dalle 22:00 alle ore 5:00.

Ricapitolando, i giorni in cui l’Italia sarà in zona gialla, sono il 21,22 e 23 dicembre 2020. In zona arancione, il 28,29,30 dicembre e 4 gennaio 2021. Zona rossa nei giorni 24,25,26,27 e 31 dicembre 2020, poi 1,2,3,5 e 6 gennaio 2021.

Le attività commerciali aperte in zona rossa

I negozi saranno chiusi nei giorni rossi, stesso discorso per bar e ristoranti, concesso l’asporto fino alle ore 22:00 e le consegne a domicilio. Ci sono attività che fanno eccezione, così come stabilito dal DPCM del 6 novembre 2020: supermercati, ipermercati, discount, alimentari, tabacchi, latterie, ferramenta, negozi di computer. E ancora: edicole, librerie, cartolerie, negozi di biancherie, giocattoli, articoli sportivi, farmacie, parafarmacie, profumerie, fiorai, lavanderie, tintorie, pompe funebri, negozi per animali.