Decreto Ristori e Naspi: arriva una nuova proroga? Ecco le ultime novità dal decreto emergenziale

Prolungamento Naspi e Dis Coll

Anche la Naspi potrebbe fare capolino nel nuovo decreto emergenziale del governo, il decreto Ristori 5. L’ammortizzatore sociale per eccellenza per i lavoratori che involontariamente perdono il lavoro è stato già oggetto di alcuni interventi durante i precedenti decreti economici resi necessari dall’emergenza epidemiologica e sarà così anche nel decreto Ristori. Questo ciò che si evince dalle indiscrezioni che accompagnano il decreto. Si parla di una nuova proroga della Naspi. Vediamo di approfondire le ultime novità anticipando quello che in base alle ultime ipotesi potrebbe accadere.

Proroga Naspi nel decreto Ristori 5

Anche se qualcuno ha parlato di decreto Ristori congelato dalla crisi di governo, non ci dovrebbero essere problemi nel portare avanti l’importante provvedimento. L’ordinaria amministrazione o gli affari correnti, che sono i compiti che in genere un governo dimissionario ma ancora in carica svolge, comprendono anche il decreto Ristori che a tutti gli effetti è un decreto urgente e necessario proprio per via della pandemia.

E nel decreto Ristori potrebbe esserci la buona notizia dell’ennesima proroga Naspi che potrebbe arrivare fino a fine 2021. Su questo facciamo riferimento alle notizie che sono state diramate da diversi siti e che provengono dall’Agenzia di stampa” Huffingtonpost”. Anche se non appare chiaro il riferimento alla proroga fino a fine anno, se si riferisce al 2021 o semplicemente al 2020 (si parla di proroga fino al 31 dicembre), l’ipotesi di un ennesimo benefit per i disoccupati non è esercizio azzardato.

La Naspi e il Covid, cosa è successo?

Come dicevamo, la Naspi è stata già oggetto di numerose proroghe in questi lunghi mesi di emergenza.

Pubblicità

Con il decreto Rilancio per esempio, per le indennità che erano terminate tra il primo marzo ed il 30 aprile del 2020, furono assegnati due mesi in più con un importo pari all’ultima mensilità di ammortizzatore percepito.

E fu così anche per il decreto Agosto, quando si decise di estendere di altri due mesi l’arco temporale di fruizione del benefit per coloro ai quali era tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020. Occorre vedere adesso come si opererà per questa ennesima proroga per la quale sembra sarà destinato un miliardo di euro di dotazione. Estendere a macchia d’olio di due mesi la durata dell’ammortizzatore per quanti hanno terminato di percepirlo dopo l’ultima proroga potrebbe essere una via. Oppure verrà concessa la proroga di due mesi calmierando i beneficiari ad un determinato lasso di tempo come scadenza della Naspi, seguendo la linea di decreto Rilancio e Agosto.

Appena la bozza del decreto Ristori sarà di dominio pubblico se ne saprà di più. Al momento la notizia che anche la Naspi è sotto la lente di ingrandimento dei decreti di emergenza del governo non può che essere presa come una notizia positiva.

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: