Monete rare: ecco alcune lire che valgono molto

Non più valide ma di elevato valore numismatico, le care vecchie lire che possono valere una fortuna.
vecchie lire monete

Fare le pulizie in casa, aprire vecchie scatole o aprire in un cassetto da tempo chiuso, può produrre alcune sorprese assai gradite. Magari viene fuori qualche vecchia moneta, magari alcune lire ornai fuori corso.

E se vi dicessimo che alcune possono valere una fortuna?Si, perché ci sono monete che i collezionisti possono pagare una fortuna a chi li ha. Monete prive di valore effettivo perché fuori corso, ma con notevole valore numismatico. Vediamo alcuni esempi di monete che non è così raro trovare in alcune case. 

Il valore del 20 lire nate dal 1956


Se provate a trasformare in euro 20 lire, nemmeno ci riuscite. Perché si tratta di una moneta che al cambio (ma non si può cambiare perché fuori corso) in euro vale meno di un centesimo. Ma alcuni esemplari possono venire strapagati dai collezionisti. 

Esemplari relativi ad uscite speciali per esempio. Date da ricordare, eventi particolari, personaggi famosi e così via. Monete che meglio sono tenute, più valore hanno. Prima dell’euro circolavano monete da 500, 200, 100 e 50 lire

20 lire che valgono 1.500 euro

Prima ancora c’erano pure le 20 lire. Entrate in validità nel 1956, le 20 lire, o almeno alcune di esse (coniate dal 1956 e fino al 1959), possono arrivare a valere anche 900 euro. Se poi queste lire sono tenute bene, cioè a fior di conio, usando un termine caro si collezionisti, possono arrivare a superare i 1.500 euro. I collezionisti le chiamano “Quercia“, per via del disegno che queste vecchie monete della lira hanno su una facciata. 

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares