Nuovo Dpcm: anticipazioni su pub e locali, palestre e scuole

In attesa del nuovo Dpcm che sarà illustrato fra poco dal premier, vediamo le decisioni che contiene.

Giuseppe Conte vincitore al Recovery Fund, o quasi.

La conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è attesa tra le 19 e le 20 e serrivrà a presentare il nuovo Dpcm.

Dopo una lunghissima riunione è emerso che le Regioni sono contrarie alle chiusure anticipate di locali e pub e sti valutanto una “misura che consenta dalle ore 18 il solo consumo al tavolo” mentre la chiusura anticipata alle 22 o alle 23 sarà soltanto per alcuni quartieri delle città maggiormente a rischio contagio (centri storici e posti della movida).

“Abbiamo chiesto di non intervenire penalizzando ulteriormente i locali pubblici con altre riduzioni di orario”, riferisce Giovanni Toti.

Per la scuola più didattica a sistazione a rotazione per i ragazzi degli ultimi anni ma per allegerire i mezzi di trasporto serve scaglionare gli ingressi a scuola ma anche nei luoghi di lavoro.  Si ribadisce l’importanze della scuola in presenza e proprio per questo motivo si è concluso che la scuola deve rimanere aperta.

Non si è prevista una riduzione delle persone ammesse sui mezzi di trasporto che, quindi, rimane dell’80% dei posti a sedere.

Novità anche sulle palestre: “Sono convinto che lo sport sia un motore di ripartenza ed ecco perché in queste ore ci stiamo battendo affinché, in sicurezza e nel rispetto di protocollo rigidi, lo sport possa continuare il più possibile”. Così il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora