Ora legale 2021: quando e come spostare l’orario. L’Italia cambia per l’ultima volta?

Torna l’ora legale in Italia nel 2021, ma sarà l’ultima volta? Ecco cosa ha deciso il governo.
Ora legale 2021

L’ultima volta che in Italia è tornata l’ora legale, era da poco iniziato il lockdown. Purtroppo, anche in questo 2021, il cambio orario avverrà in una situazione di emergenza Covid, non molto dissimile. Ma in quale data diremo addio all’ora solare e come dovremo spostare le lancette? Ma soprattutto, sarà l’ultima volta che affronteremo il cambio dell’ora?

Torna l’ora legale: quando e come spostare le lancette

Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo 2021, noi italiani saremo chiamati ad effettuare il cambio orario sui nostri orologi, anche se molti di essi, come quelli presenti sul pc e i vari dispositivi mobili, sono già programmati per farlo in automatico. Alle ore 2:00 saluteremo l’ora solare per introdurre l’ora legale, spostando le lancette un’ora avanti e portarle alle 3:00.

Se è vero che nella notte suddetta perderemo un’ora di sonno, è altrettanto vero che saremo sollevati nel godere di un’ora di sole in più nel pomeriggio. Ovviamente, dal mattino successivo ci accorgeremo che l’alba tarderà di un’ora, tuttavia, le giornate continueranno ad allungarsi. Ricordiamo che la giornata più corta dell’anno si verifica nel solstizio d’inverno (21/22 dicembre).

Il 2021 è l’ultimo anno in cui torna l’ora legale?

Nel 2018, il Parlamento europeo ha concesso tre anni di tempo agli Stati membri, per decidere se mantenere l’orario o continuare con l’alternanza. La risposta dell’Italia è stata già espressa tramite una richiesta formale presentata a Bruxelles: l’alternanza verrà mantenuta. Pertanto, il consueto ritorno all’ora solare che cade nell’ultimo weekend del mese di ottobre (nel 2021 tra sabato 30 e domenica 31), avverrà regolarmente.

La questione del risparmio energetico è stata dibattuta più volte, alla fine si è arrivati alla conclusione che è giusto mantenere l’alternanza tra ora legale e ora solare. Avere un’ora di luce nella seconda parte della giornata, significa risparmiare circa 66 milioni di euro relativi al consumo di energia elettrica. Diversamente dall’Italia, pare abbia deciso la vicina Francia che, intende usare un unico orario per tutto l’anno.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
6
Shares
Potrebbe interessarti: