Pensionati pubblici in aumento: nuovi concorsi in vista per la PA?

Il forum delle Pubbliche Amministrazioni si è aperto con la presentazione di uno studio su età media pensionamenti e nuove assunzioni. Si prospettano nuovi concorsi?

Perché c’è bisogno di nuovi concorsi nelle PA? Lo si evince dalla presentazione del Forum delle PA apertosi il 6 luglio 2020.

Si è aperto il Forum delle Pubbliche Amministrazioni, un appuntamento fisso dal 1990 organizzato dal gruppo Digital 360 che cura le comunicazioni istituzionali, esegue attività formative di supporto di cambi di organizzazione anche in funzione dell’introduzione di nuove tecnologie per la Pubblica Amministrazione.

La panoramica sui dipendenti pubblici

Lo studio presentato in apertura del Forum fotografa l’insieme dei dipendenti pubblici da un punto di vista anagrafico che palesa alcuni dati evidenti per ciò che riguarda l’età media il numero di pensionati pubblici e soprattutto l’enorme divario che esiste tra personale andato in pensione e nuove assunzioni.

I dati concreti

Diamo qualche dato per meglio capire la situazione attuale. Il numero di dipendenti pubblici in Italia è pari a 3,2 milioni, i pensionati pubblici invece sono 3 milioni, l’età media si attesta sui 50,7 anni e questo fa pensare che comunque in prospettiva non troppo remota il numero di pensionamenti continui a crescere in modo significativo. Non con la stessa velocità si è proceduto al naturale rimpiazzo del personale. Questo a causa di alcune vicende imprevedibili, una su tutte il Covid19, ma comunque in genere il tempo medio che occorre per sostituire un dipendente è quattro anni un’eternità, impensabile per una azienda privata.

Alcune riflessioni sui dati presentati

Da queste considerazioni nasce l’interrogativo “a quando nuovi concorsi pubblici?” La risposta è decisamente complessa perché pensare di organizzare delle selezioni, notoriamente molto affollate, è impensabile di questi tempi, ma resta la necessità di cominciare a pensare seriamente a come tappare i buchi lasciati dal personale che è andato in pensione. Possiamo ipotizzare, con una buona quantità di buon senso, che anche se non a breve si apriranno diverse opportunità di assunzione presso gli uffici delle Pubbliche Amministrazioni.

Qualche idea sui futuri dipendenti della Pubblica Amministrazione

Certo è che come dichiarato dal Direttore del Forum Gianni Dominici, le norme che velocizzano i concorsi sono un bene, ma partendo dalla considerazione i lavoratori pubblici italiani “sono pochi anziani e poco qualificati”, il direttore auspica qualcosa che non sia un mero rimpiazzo numerico del personale ma selezioni e assunzioni mirate ai reali bisogni di ogni realtà nella Pubblica Amministrazione.