Pensione quota 100: con l’accordo dell’UE salta e torna la Fornero?

Salvini annuncia che la quota 100 sarà cancellata e al suo posto rimarrà soltanto la legge Fornero. Quanto c'è di vero?

Matteo Salvini

Salvini non è affatto d’accordo con l’accordo raggiunto dal premier Giuseppe Conte per il Consiglio Europeo sul Recovery Fund.

Intervenendo al Senato il leader della Lega toccando vari punto ha annunciato anche che in base all’accordo raggiunto si rischia la cancellazione della quota 100.

Salvini annuncia, appunto, la cancellazione della quota 100 con il ritorno della Legge Fornero. Ma cosa c’è di vero nella sue parole?

E’ pur vero che la quota 100 ha sollevato, fin dalla sua introduzione, molti dubbi a livello europeo anche perché i Paesi come Danimarca, Austria, Svezia e Finlandia hanno portato spesso l’esempio della quota 100 per sottolineare l’incapacità dell’Italia di gestire i fondi europei.

L’Italia dall’Europa è vista come un paese che spende troppo nella previdenza e dal premier olandese la quota 100 è stata addirittura definita un privilegio Ingiusto.

Proprio per questo il leader della Lega sostiene che si sta preparando la cancellazione della quota 100 per lasciare, come metodo di pensionamento, la sola riforma Fornero.

E’ pur vero, ancora, che la quota 100 ha raggiunto risultati abbastanza deludenti e che è stata attaccata da più fronti anche dai politici italiani per i suoi costi troppo alti.

Ma nelle ultime settimane Gualtieri aveva annunciato che la misura sarebbe rimasta fino alla sua scadenza anche perchè nell’attuale momento di crisi rappresenta un altro ammortizzatore sociale.

Nelle intenzioni del governo, quindi, non c’è alcuna intenzione di cancellare la misura prima della sua naturale scadenza, il 31 dicembre 2021.

Per approfondire consiglio la lettura di: Riforma pensioni la verità tra tante ipotesi e paure.