Permessi legge 104: ecco quando possono essere utilizzati per fini personali

I permessi legge 104 possono essere usati per motivi ricreativi e di svago? Dipende da chi li richiede.
Legge 104

I permessi legge 104 spettano sia al familiare che assiste un disabile con handicap grave in base alla legge 104 del 1992, sia al lavoratore disabile per se stesso. In entrambi i casi spettano 3 giorni al mese anche se per il disabile che ne fruisce per se stesso c’è la possibilità di fruire dei permessi orari nel limite di 2 ore al giorno tutti i giorni.

Permessi legge 104

Al di là di questa precisazione sulla modalità di fruizione, è da sottolineare che nonostante i permessi sono indennizzati allo stesso modo sia che a fruirne sia il familiare che il lavoratore con handicap, vi sono delle differenze sostanziali tra le assenze che spettano al lavoratore con handicap che richiede i permessi per se stesso e quelle del familiare che assiste un disabile.

La differenza sostanziale è nella finalità dei permessi stessi. A chiarire questa cosa è stata recentemente la Corte di Cassazione rispondendo alla domanda: i permessi legge 104 possono essere utilizzati per scopi personali?

La risposta scontata a questa domanda sembrerebbe essere NO, ma con un gran bel distiguo.

Pubblicità

I permessi legge 104 mensili devo essere utilizzati esclusivamente per l’assistenza e la cura del disabile, e su questo, penso, possiamo tutti essere d’accordo. Il lavoratore che utilizza i giorni di permesso per scopi personali commette un abuso perchè la finalità dei permessi stessi è l’assistenza e la cura del disabile.

E’ pur vero che l’assistenza si può prestare anche in attività collaterali per le quali non è richiesta la presenza del disabile (un esempio su tutti, recarsi in farmacia per comprare le medicine per l’invalido). Ma devono sempre e comunque essere collegati a bisogni del disabile stesso.

Permessi 104 per scopi personali

La risposta alla domanda se i permessi 104 possono essere utilizzati per scopi personali sembrerebbe essere NO, come anticipato prima, ma non è proprio così.

Se a fruire dei permessi è lo stesso lavoratore disabile per se stesso la finalità dei permessi cambiano perchè sono finalizzati alla tutela della salute, quindi non solo della sua integrità fisica ma anche psicofisica.

Durante i permessi legge, quindi, il disabile non deve per forza di cosa occuparsi della sua salute ma può avere relazioni sociali e familiari; le finalità dei permessi 104, quando a fruirne è il disabile per se stesso, quindi, possono essere anche ricreative.

Il disabile, quindi, nei giorni di permesso legge 104, volendo può recarsi al mare, a fare una gita, al cinema; questo per consentirgli di recuperare lo svantaggio sociale causato dalla disabilità.

I permessi 104, quindi, possono essere utilizzati per scopi personali, ma solo dal lavoratore disabile che li richiede per se stesso ed il datore di lavoro non potrà sanzionalrlo per questo.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
25
Shares
Potrebbe interessarti: