Polizza Rc Auto, obbligo anche per auto ferme e stop sospensione, cosa c’è di vero?

La polizza auto e moto andrebbe pagata anche per le auto e le moto chiuse in garage, questa la notizia che è circolata sui media, ma al momento non cambia nulla.
assicurazione

Non sono pochi gli italiani che, avendo più auto o più veicoli, sono soliti fermare le assicurazioni durante i periodi di non utilizzo del veicolo. Lo si fa comunemente con le moto per esempio, ma anche con l’auto che si utilizza per esempio, solo in estate quando si raggiunge la propria seconda casa al mare.

Un veicolo non utilizzato e chiuso in garage quindi, questa la fattispecie di auto o moto su cui comunemente gli italiani usano fermare l’assicurazione per riattivarla quando ce ne sarà bisogno. Una facoltà che stando alle notizie che circolavano ieri su siti, giornali e media in generale, verrebbe cancellata.

“Scatta l’obbligo di assicurazione anche per chi non usa auto e moto e le tiene in garage”, questo uno dei tanti titoli che hanno fatto il giro del web ieri. Ma cosa c’è di vero per questa novità e cosa cambierà davvero?

Polizza Rc Auto obbligatoria anche per veicolo non utilizzato

Rc Auto, si cambia”, questo per esempio ciò che scrivono quelli del Corriere della Sera. Va detto che al momento nulla cambierà per gli automobilisti. Infatti si parla di una novità che viene fuori da un emendamento alla Direttiva UE n° 2009/103, quella sulla responsabilità civile. In pratica, una proposta di correzione alla direttiva UE è stata licenziata positivamente dal Parlamento Europeo che pertanto, e prevede l’estensione dell’obbligo di assicurare i veicoli a prescindere dal loro utilizzo.

Una regola già oggi vigente in Italia per i veicoli che sono su strade pubbliche o aperte al pubblico. Ciò che prevede la direttiva però, riguarda veicoli inutilizzati e detenuti in garage o in un terreno privato. Oggi per veicoli stipati così, in aree private, in Italia non vige l’obbligo di assicurazione. In base alla correzione approvata dai parlamentari europei, dovrebbe essere obbligatorio assicurare il veicolo anche nei periodi di mancato utilizzo nonostante siano conservati lontani da aree pubbliche. E ne consegue che anche lo stop all’assicurazione, di cui parlavamo prima, verrà meno.

 dovrà comunque essere coperto con una polizza. Si salvano solo quei mezzi che costituiscono un relitto, privi cioè di ruote o di motore, e quindi incapaci di circolare. E non sarà più consentito sospendere una Rc auto quando non si utilizza il veicolo. È la novità principale contenuta negli emendamenti approvati dal Parlamento Europeo che modificano la direttiva Ue in materia di responsabilità civile (la 2009/103).

Le reazioni alla novità europea

In pratica, solo se in garage abbiamo un veicolo non in grado di circolare, un autentico rudere, sarà ammesso il non avere la copertura assicurativa. Al momento non cambia nulla, anche se l’emendamento è passato. Infatti in casi del genere l’iter è lungo e farraginoso, con la direttiva UE che deve essere prima di tutto recepita dagli Stati Membri che devono valutarla a livello parlamentare.

Resta il fatto che la strada intrapresa dalla UE è quella che già da tempo utilizza la Corte di Giustizia Europea, che in diverse sentenze ha ribadito il concetto che un veicolo può essere sprovvisto di copertura Rc Auto solo se ritirato dalla circolazione.

“Le modifiche approvate dal Parlamento Europeo vanno nella direzione opposta alle decisioni di paesi come la Germania, dove è possibile bloccare il pagamento dell’Rc auto semplicemente consegnando la targa alle forze dell’ordine, se si decide di non utilizzare per un periodo l’automobile, e contraddicono le affermazioni dell’Ivass e di una parte del mondo assicurativo che proprio in virtù degli stop alla circolazione imposti dal Covid hanno chiesto rimborsi in favore di chi è stato costretto a pagare le polizze assicurative pur non potendo utilizzare le vetture”, questo il polemico commento di Furio Truzzi, presidente di Assoutenti, come riportato sul Corriere della Sera.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: