Reddito di cittadinanza: si potrà lavorare senza perdere il sussidio

Grosse novità potrebbero riguardare il reddito di cittadinanza: il sussidio potrebbe essere mantenuto anche da chi trova un lavoro temporaneo.
Reddito di cittadinanza

Potrebbero arrivare importanti novità per i titolari di reddito di cittadinanza. Da molte parti il sussidio aveva suscitato polemiche perchè non incentivava alla ricerca di una nuova occupazione e si era ipotizzato che i percettori, piuttosto che perdere la sicurezza del beneficio, avrebbero potuto rifiutare lavori brevi e saltuari.

Reddito di cittadinanza per chi lavora

La novità che giunge ora, invece, renderebbe il reddito di cittadinanza fruibile anche a chi decide di accettare lavori temporanei permettendo di sospendere il sussidio senza subirne la perdita o la riduzione.

La novità potrebbe essere contenuta in una norma cui sta lavorando il nuovo governo Draghi. Il decreto Sostegni, così come spiegato dalla ministra all’Economia Laura Castelli, “potrebbe contenere una norma a cui sta lavorando il ministero del Lavoro che permetterebbe ai percettori del Reddito di lavorare temporaneamente, sospendendo il beneficio del Reddito di cittadinanza, senza subire la perdita o la riduzione dell’assegno. In tali casi l’assegno riprenderà a decorrere, in modo automatico, al termine dell’attività lavorativa”.

Nel post Facebook in cui la Castelli ha spiegato la novità prosegue anche ribadendo che il decreto sostegni si muoverà lungo 5 linee portanti per impiegare i 32 miliardi dello scostamento di bilancio.

Pubblicità

12 miliardi saranno destinati a misure di sostegno alle attività produttive

6 miliardi saranno destinati alla salute con particolare riferimento al piano vaccini.

10 miliardi saranno destinati alle famiglie, al lavoro e alle indennità dei lavoratori ma anche al reddito di cittadinanza, il reddito di emergenza, la CIG e la Naspi.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: