Riforma pensioni dipendenti pubblici: la scivolo Brunetta non esiste

Lo scivolo Brunetta non esiste e non è mai esistito: la precisazione della Funzione Pubblica lascia l’amato in bocca ai dipendenti statali.
Brunetta

Lo scivolo Brunetta, che dovrebbe permettere l’uscita dal mondo del lavoro ai dipendenti pubblici al compimento dei 62 anni,  non esiste. A precisarlo fonti della Funzione Pubblica che sottolineano che tutte le notizie relative all’anticipo non fanno riferimento ad alcuna proprio del Ministero della Pubblica Amministrazione o del Governo. “Non c’è e non è mai esistito uno scivolo Brunetta”, si precisa.

Riforma pensioni dipendenti pubblici

Ovviamente c’ bisogno di un ricambio generazionale nella PA e nelle linee programmatiche presentate il 9 marzo si parla di una ipotesi di incentivo all’esodo volontario ma solo per i dipendenti molto vicini all’età pensionabile o che non sono in graco  di covliere la sfida dell’innovazione tecnologica.

“Il numero di cessazioni a legislazione vigente, però, consente già un adeguato ricambio generazionale e le norme attuali sono più che sufficienti a garantire flessibilità in uscita. Non è pertanto necessario introdurre ulteriori accelerazioni”, assicurano le fonti.

Si mettano, quindi, pure l’animo in pace i pubblici dipendenti, il contratto di espansione non sarà attuato anche nella pubblica amministrazione. Ma noi l’avevamo anticipato che una mossa del genere non sarebbe stata possibile.

Nel settore privato, infatti, a sostenere il costo dell’anticipo è l’azienda, nella Pubblica Amministrazione il costo dell’anticipo dovrebbe essere sostenuto dalle casse dello Stato, già pesantemente indebitate.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: