Riforma pensioni: la quota 100 diventa quota 41?

In ambito riforma pensioni la quota 41 potrebbe prendere il posto della quota 100? Vediamo le ipotesi.

riforma pensioni

Si attende una svolta nei tavoli di confronto per l’attuazione di una riforma pensioni. La scadenza della quota 100 il 31 dicembre 2021, infatti, crea non pochi problemi a chi, non riuscendosi a pensionare entro la fine del prossimo anno dovrebbe attendere 5 anni in più per lasciare il mondo del lavoro.

Rirofma pensioni

Non solo… ad oggi quello che preoccupa maggiormente sono i disoccupati da Coronavirus e quelli che potrebbero diventarlo a causa della crisi economica scatenata dalla pandemia. Si profila, quindi, la possibilità che molti ex lavoratori si trasformino in nuovi esodati senza più un lavoro e che non hanno ancora maturato il diritto alla pensione di vecchiaia o alla pensione anticipata.

E’ tempo, allora, di rimettere mano alla riforma previdenziale distinguendo, però, da quelle che sono ipotesi non realizzabili da quelle che potrebbero essere prese in considerazione.

Come è risaputo per Matteo Salvini uno dei cavalli di battaglia rimane la quota 41 per tutti, da sempre annunciata come una misura che avrebbe potuto prendere il posto della quota 100 alla sua scadenza e non realizzata nel 2019 proprio per mancanza di coperture finanziarie.

In effetti la quota 41 per tutti, senza paletti e senza vincoli potrebbe essere una delle possibili eredi della quota 100, magari con qualche correzione e aggiornamento.

“Anche per quanto riguarda le pensioni potrebbero esserci delle novità, infatti negli ultimi giorni si sta iniziando a parlare di una possibile riforma del sistema previdenziale. Quota 41 è un nostro obiettivo ma nessuno deve toccare, per il momento Quota 100, perché è una possibilità che ha dato libertà a 300mila persone.” riferisce Matteo Salvini in una recente intervista rilasciata al sito Money.it.

Si tratta, quindi, di una battaglia che la lega porta avanti da almeno 2 anni, la realizzazione della quota 41 e non si tratta di una misura pensata e ipotizzata dopo questa pandemia che ha sconvolto le nostre vite ed il nostro lavoro.