Rimborso denaro dal 1 dicembre: facciamo il punto sul cashback

Parte dal 1 dicembre il cashback che prevede il rimborso del 10% di quanto speso utilizzando nei negozi fisici carta di credito e bancomat.

bancomat

Parte il 1 dicembre il cashback, il rimborso di denaro per chi effettua acquisti nei negozi fisici utilizzando carta di credito o bancomat.

Il rimborso, pari al 10% di quanto speso per pagare con carta di credito o bancomat fino ad un tetto massimo di 1500 per semestre parte in via sperimentale per il mese di dicembre a partire dal 1 giorno del mese.

Il bonus prevede anche un premio semestrale di 1500 euro per i 100000 prtecipanti che abbiano effettuato il maggiorn numero di acquisti (quindi non per chi spende la somma più alta ma tra chi effettua il maggior numero di pagamenti).

Si potrà aderire al programma su base volontaria tramite l’App IO (la stessa utilizzata per richiedere il bonus vacanza che è accessibile solo tramite SPID) comunicando il proprio codice fiscale e gli strumenti elettronici da associare al proprio profilo con cui saranno effettuati i pagamenti.

La fase sperimentale del bonus abbiamo detto inizierà il 1 dicembre per concludersi il 31 dello stesso mese. Per chi in tale periodo avrà effettuato almeno 10 pagamenti con metodi tracciabili sarà possibile partecipare al programma al fine di ottenere un rimborso massimo di 150 euro (il 10% di 1500 euro, tetto massimo).

Il rimborso sarà accreditato sul conto corrente dell’interstatario approssimativamente entro il mese di febbraio 2021.

Quando il programma entrerà a regime saranno, invece, necessari almeno 50 pagamenti per ogni semestre con periodi di riferimento seguenti:

  • dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021 = rimborso erogato a luglio 2021;
  • dal 1 luglio 2021 al 31 dicembre 2021 = rimborso erogato a gennaio 2022;
  • dal 1 gennaio 2022 al 30 giugno 2022 = rimborso erogato a luglio 2022.