Scade il divieto di spostamento il 15 febbraio: cosa accade senza la formazione del nuovo governo?

Cosa accadrà il 15 febbraio con la scadenza dello spostamento tra regioni senza un governo?
autocertificazione

Lo stop alla mobilità regionale termina il 15 febbraio e anche se era ferma intenzione dell’esecutivo uscente prorogarlo fino al 5 marzo, ora ci si chiede cosa accadrà? Si potrà tornare a spostarsi in altre regioni da metà mese?

Per ora la risposta è incerta visto che l’unica cosa certa è la scadenza dello stop agli spostamenti il 15 febbraio e senza un provvedimento di proroga si potrà ricominciare a viaggiare tra regioni anche senza una motivazione, come prima dell’avvento del COVID.

Spostamenti tra regioni, che succederà?

Ovviamente, con tutti gli impegni che il nuovo presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi deve affrontare tra consultazioni e formazione del  governo la proroga non sembra essere in agenda.

In ogni caso pare sensato ritenere che non si parlerà della cosa prima della prossima settimana, a ridosso della scadenza, ma sembra difficile che Draghi riesca a formare una squadra di governo e ad ottenere la fiducia in Parlamento prima del 15 febbraio per poter varare una proroga al divieto.

Pubblicità

A questo punto solo se il governo sarà già varato sarà sua competenza provvedere al decreto di proroga ma le strade percorribili appaiono essere due: o un decreto del presidente del Consiglio che debba essere approvato dal CdM o un’ordinanza del ministro della Salute Speranza, uno dei pochi che sembra essere destinato a rimanere al suo posto.

In ogni caso la proroga dovrebbe essere per 20 giorni e fino al 5 marzo 2021.

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: