Sondaggi elettorali e gradimento dei leader politici (settembre 2021)

Sondaggi politici elettorali DEMOS

Cominciano a tornare le intenzioni di voto ai partiti politici, ma anche il borsino dei leader, il tutto, grazie agli istituti demoscopici che realizzano i propri sondaggi elettorali, spesso commissionati da quotidiani, siti web e trasmissioni televisive.

In questo articolo, vediamo come sono cambiate le intenzioni di voto tratte dai sondaggi politici elettorali del 3 settembre 2021 diffuse da Tecné per l’Agenzia Dire.

Sondaggi politici elettorali: intenzioni di voto

Fratelli d’Italia è il primo partito italiano con il 20,9% dei consensi, in calo di un solo decimale nell’arco di oltre un mese. Va decisamente peggio alla Lega che perde lo 0,6% e si attesta al 19,5%, erano anni che non si vedeva il partito di Matteo Salvini sotto la soglia del 20%. Il PD è ormai vicinissimo con il 19,2%, il partito del segretario Enrico Letta, sempre più in “guerra” con il leader del Carroccio, tuttavia, ha perso lo 0,4% rispetto alla rilevazione di fine luglio.

A ridere, o meglio sorridere è il M5S che passa da un modesto 15,0% a un rassicurante 16,1%, la leadership dell’ex Premier Conte ha dato più fiducia agli elettori del Movimento?

Forza Italia cede mezzo punto e passa dall’8,8% all’8,3%. Azione di Carlo Calenda perde lo 0,1% e si attesta al 3,3%. Italia Viva di Matteo Renzi è al 2,1%, in rialzo dello 0,1%. Sinistra Italiana al 2,0% e Art.1 – MDP, variano di un decimale, in guadagno la forza politica di Nicola Fratoianni e in discesa quella del ministro Roberto Speranza.

Verdi e +Europa sono indicati all’1,7%, entrambi hanno guadagnato lo 0,1%. Altri partiti raccolgono il 3,3% contro il 3,2% di poco più di un mese fa. A dichiarare il voto è il 57,9% degli intervistati, quindi, astensione/incerti valgono una percentuale molto rilevante pari al 42,1%. In questo senso, poco è cambiato rispetto a fine luglio.

I giudizi positivi sui leader politici

L’attuale Premier Mario Draghi è irraggiungibile con una percentuale di giudizi positivi pari al 67,1%. Ma il primo leader di partito è Giorgia Meloni (FdI) che lo segue al 44,4%. Lontanissimo il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte al 35,5%. Fuori dal podio Matteo Salvini al 31,0%, incalzato da Enrico Letta al 29,6% e da un sorprendente Silvio Berlusconi al 29,5%. Il ministro della Salute Roberto Speranza raccoglie il 27,8%, mentre Carlo Calenda candidato alla carica di sindaco di Roma alle prossime elezioni comunali del 3/4 ottobre 2021, vale il 19,5%. Emma Bonino al 18,5%, confinato in fondo alla classifica Matteo Renzi al 10,1%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
7
Shares
Potrebbe interessarti: