Sondaggi elettorali: partiti attuali, con il partito di Conte, con il Premier leader del M5S

Alessandra Ghisleri presenta tre ipotesi di intenzioni di voto: con i partiti attuali, con un partito di Conte, con il Premier leader del M5S. In tutti i casi, il centrodestra vincerebbe le elezioni.
Sondaggi politici Supermedia

Nel corso della trasmissione Porta a Porta del 21 gennaio 2021 condotta da Bruno Vespa, Alessandra Ghisleri ha presentato i cartelli riguardanti tre ipotesi di intenzioni di voto realizzate da Euromedia Research. La prima concerne i dati con i partiti attuali, la seconda si riferisce ai sondaggi elettorali con un partito di Conte, la terza riporta quanto valgono le forze politiche con l’attuale Premier leader del Movimento 5 Stelle.

Sondaggi politici elettorali (senza il partito di Conte)

Tenendo conto delle forze politiche attualmente in campo, le intenzioni di voto Euromedia indicano la Lega primo partito italiano con il 24,8% dei consensi. Il PD è staccato di oltre 5 punti e viene stimato al 19,5%. Sul podio anche Fratelli d’Italia con il 15.5% che tiene a distanza il Movimento 5 Stelle che lo segue con il 14,3%. Forza Italia è indicato all’8,0%, mentre l’ultimo partito a superare il 3% (soglia minima per entrare in Parlamento in caso di elezioni politiche con l’attuale legge elettorale Rosatellum) è Azione di Calenda al 3,5%. Brutte notizie per Italia Viva di Renzi che si ferma al 2,8%. Seguono: Liberi e Uguali al 2,7%, Più Europa all’1,6%, Verdi-Europa Verde 1,4%, Altri 5,2%, indecisi+astenuti 34,0%.

Sondaggi politici elettorali: il partito di Conte sopra il 10%

Con un partito di Giuseppe Conte sulla scena politica, la Lega perderebbe l’1,4% scendendo al 23,4%. Tuttavia, il primo posto sarebbe molto più al sicuro. Infatti, il Partito Democratico registrerebbe un calo del 4,4% attestandosi al 14,1% e cedendo la seconda posizione a Fratelli d’Italia, che rimarrebbe stabile al 15,5%. Il M5S resterebbe il quarto partito ma con una flessione del 3,7% che lo porterebbe al 10,6%, tallonato proprio dal partito di Conte stimato al 10,4%. Forza Italia lascerebbe per strada sette decimali, scendendo al 7,3%. Oltre la soglia di sbarramento, due partiti: Azione al 3,6% (+0,1%) e la new entry Liberi e Uguali al 3,3% (+0,6%). In ribasso dello 0,3% la stima elettorale di Italia Viva (2,5%), stabile Più Europa all’1,6%, Verdi-Europa Verde 1,5% (+0.1%). Altri 5,5% (+0,3%); totale indecisi-astenuti 33,2% (-0,8%).

Le intenzioni di voto con Conte leader del M5S

La terza e ultima ipotesi dei sondaggi politici elettorali Euromedia, illustra le intenzioni di voto con il Premier Conte a capo del Movimento 5 Stelle. Lega saldamente al comando con il 24,5% (-0,3%), ma stavolta l’avversario politico principale sarebbe il M5S con il 20,2% (+5,9%). Terzo posto per il Partito Democratico con il 16,3% (-3,2%), tallonato da Fratelli d’Italia stabile al 15,5%. Forza Italia 7,9% (-0,1%); Azione 3,7% (+0,2%); Liberi e Uguali 3,1% (+0,4%); Italia Viva stabile al 2,8%; Più Europa ferma all’1,6%; Verdi-Europa Verde 1,5% (+0,1%); Altri 2,1% (-3,1%). Indecisi+astenuti 36,2% (+2,2%).

Centrodestra sempre vincente

Il centrodestra risulta nettamente in vantaggio sulla maggioranza di governo e vincerebbe a mani basse, se si andasse a votare oggi per le elezioni politiche, in tutti e tre i casi previsti dai sondaggi elettorali Euromedia. Nelle intenzioni di voto che tengono conto dei partiti attuali, il centrodestra ottiene il 49,0% dei consensi totali, contro il 36,5% dell’area di governo. Con un partito di Giuseppe Conte, la coalizione dei leader Salvini-Meloni-Tajani-Toti, scenderebbe al 46,9%, ma con la maggioranza di governo che non va oltre il 38,4%. Infine, con Conte leader del M5S, il centrodestra si attesterebbe al 48,7% contro il 39,6% dell’area di governo.

Total
11
Shares