Sondaggi politici elettorali: arretrano PD e Fratelli d’Italia

Il sondaggio politico SWG registra un trend settimanale al ribasso per PD e Fratelli d'Italia, mentre risalgono Lega e M5S. Male Forza Italia e Italia Viva, bene Azione.

Sondaggi Ipsos sui leader politici

Lunedì 21 luglio 2020 è stato reso noto il sondaggio politico SWG nel corso del TG La7 serale. Contrariamente a quanto spesso avvenuto nell’ultimo anno, il trend settimanale è negativo per Fratelli d’Italia, mentre risale la Lega. Cresce anche il Movimento 5 Stelle che recupera un po’ di terreno sul PD in calo e tiene a distanza Giorgia Meloni. Crolla Italia Viva, male Forza Italia, bene Azione. Entriamo nel dettaglio delle intenzioni di voto.

Sondaggi politici elettorali SWG: intenzioni di voto

Il PD si allontana ulteriormente dalla Lega. In questa settimana, il partito di Nicola Zingaretti perde lo 0,3% e scende al 19,3%. Al contrario, torna a guadagnare quello di Matteo Salvini che passa dal 26,3% al 26,5%. La rincorsa di Giorgia Meloni al Movimento 5 Stelle registra uno brusco stop. Infatti, Fratelli d’Italia cede tre decimi e scende al 14,2%, mentre il M5S cresce dello 0,3% e sale al 15,6%. Settimana negativa per Forza Italia che arretra al 6,0%, perdendo lo 0,3%.

Se Sinistra Italiana/MDP ART.1 perde lo 0,1% e scende al 3.6%, Azione al 3,3% guadagna lo 0,2%. In calo Matteo Renzi di due decimi, Italia Viva scende al 3,0% e subisce il sorpasso di Carlo Calenda. Registrano un rialzo dello 0,2%, Più Europa che sale al 2,4% e i Verdi che si attestano all’1,9%. Lieve aumento (+0,1%) anche per Cambiamo! di Toti che passa all’1,2%. Il partito del non voto scende al 37%.

Il Governo Conte nella trattativa con l’Europa: i giudizi politici

Il sondaggio SWG del 20 luglio ha rilevato anche l’opinione dell’elettorato sull’efficacia del governo Conte nelle trattative con l’Europa a proposito del piano di aiuti economici post Covid. Solo il 7% dà un giudizio molto positivo, il 35% considera abbastanza efficace l’operato dell’esecutivo. Il 36% esprime un giudizio poco positivo, il 12% risponde “per niente”. Quindi, prevalgono 48 a 42 i giudizi negativi.

L’88% dell’elettorato del Partito Democratico ha ritenuto efficace l’operato del governo nelle trattative UE, la percentuale scende al 78% per quanto concerne gli elettori del Movimento 5 Stelle. Lo ha ritenuto poco o per nulla efficace, l’84% degli elettori leghisti e l’83% dell’elettorato di FdI.

Articolo precedenteConsiglio UE, Recovery Fund: Conte ottiene 209 miliardi
Articolo successivoCoronavirus: nuovo focolaio tra migranti 36 nuovi casi accertati
Nato nel 1971, da circa un decennio svolgo il lavoro di redattore web. Molti i siti con i quali ho lavorato e collaborato tra i quali ricordo Blasting News e Ultimora. Esperienza più importante è stata quella svolta come autore e coordinatore sul sito CentroMeteoItaliano dal 2015 al 2020. Ho collaborato con la testata online Money.it e collaboro attualmente con il sito web TvOra.it. Essendo una persona poliedrica mi sono occupati di svariati argomenti che vanno dalla politica al fisco, dallo sport alla TV anche se non ho disdegnato di trattare anche di terremoti, astronomia, astrologia, tecnologia e lotterie.