Sondaggi politici elettorali: cresce solo uno dei quattro partiti principali

Le intenzioni di voto e la fiducia nei leader, con il sondaggio politico EMG per Agorà.
Sondaggi politici

I sondaggi politici elettorali EMG Acqua realizzati e divulgati dalla trasmissione Agorà del 18 dicembre 2020, indicano la ripresa della Lega nelle intenzioni di voto, mentre perdono il PD, Fratelli d’Italia e il M5S. Per quanto concerne la fiducia nei leader, Matteo Salvini recupera terreno nei confronti di Giuseppe Conte e di Giorgia Meloni. Nel dettaglio, tutti i dati.

Intenzioni di voto: Lega, Italia Viva e Azione in rialzo

La Lega è sempre il primo partito italiano con il 24,7% dei consensi, in rialzo di tre decimali rispetto a una settimana fa. Si stacca il Partito Democratico, che cede lo 0,4% e scivola al 20,0%, Stavolta, battuta d’arresto per Fratelli d’Italia stimato al 16,2%, in calo dello 0,1%. Va peggio al Movimento 5 Stelle, che perde tre decimi di punto e scende al 13,7%, si tratta del minimo storico.

In calo le quotazioni di Forza Italia, che passa dal 7,2% al 7,0%. Guadagna lo 0,1% Italia Viva che si attesta al 4,5%. Sale anche Azione di un decimale e si porta al 3,7%. Liberi e Uguali cede lo 0,1% e scende al 2,6%. Balzo in avanti di Europa Verde che passa dal 2,0% al 2,3%. Più Europa al 2,0%, guadagna un decimale. Cambiamo all’1,2% (+0,2%), Altro partito 2,1%. Indecisi-non voto 42,0%.

La maggioranza di Governo, questa settimana ha perso lo 0,7% e si attesta al 40,8%. Il centrodestra guadagna due decimali e sale al 49,1%, da notare che i consensi di Lega e FdI superano di un decimale quelli di tutte le forze politiche che sostengono l’esecutivo.

Pubblicità

Fiducia nei leader: settimana positiva per Salvini

Giorgia Meloni guida la classifica dell’indice di gradimento nei leader politici, con il 40%, ma registra un calo di un punto. Il Premier Conte è stabile al 37% e viene avvicinato da Matteo Salvini che guadagna l’1% e sale al 36%. Alle sue spalle un altro leghista, il governatore del Veneto Luca Zaia, fermo al 35%. Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini è stabile al 32%, new entry per il ministro della Salute Roberto Speranza al 30%.

Silvio Berlusconi occupa il settimo posto al 27%, scivola indietro il segretario PD Nicola Zingaretti, che cede un punto e si attesta al 26%. Invece, guadagna un punto il leader di Cambiamo e governatore della Liguria Giovanni Toti con il 24%. Stabile Carlo Calenda al 22%, così come Luigi Di Maio al 19%. Matteo Renzi cresce dell’1% e passa al 16%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
9
Shares
Potrebbe interessarti: