Sondaggi politici elettorali: crollano PD e Lega. Conte il leader più gradito

Sondaggi politici: la fiducia nei leader e le intenzioni di voto 21-23 luglio 2021.
Sondaggi politici elettorali DEMOS

I sondaggi politici elettorali Ixè indicano in Giuseppe Conte il leader politico in cui gli italiani ripongono maggior fiducia: davanti a lui solo il Premier Mario Draghi. Per quanto concerne le intenzioni di voto rilevate dal 21 al 23 luglio 2021, la Lega subisce un forte calo ma resta ancora il primo partito. Male anche il PD, esulta Fratelli d’Italia, tiene il M5S. Il Governo Draghi perde consensi, ma il dato sulla fiducia resta alto.

Sondaggi politici: la fiducia nei leader

Mario Draghi resta il leader più apprezzato, riscuotendo la fiducia del 68% degli italiani. Rispetto a due mesi fa, tuttavia, il Premier perde 2 punti. Ma se parliamo di leader rappresentanti di una forza politica, in testa troviamo Giuseppe Conte alla guida del M5S con il 53%, ma anch’egli in calo di 2 punti rispetto allo scorso maggio.

Perde colpi il ministro della Salute Roberto Speranza che cede 6 punti e scende al 45%. Stabile, invece, Giorgia Meloni al 35%. Guadagna un punto Matteo Salvini che si porta al 32%, mentre il segretario PD Enrico Letta perde due punti e cala al 31%. Luigi Di Maio resta fermo al 27%, Beppe Grillo 12%, Matteo Renzi stabile al 10%.

Il governo Draghi ottiene la fiducia del 67% degli italiani, due punti in meno rispetto al mese scorso. Il 24% ripone poca fiducia in esso, il 9% nessuna.

Le intenzioni di voto

L’esito dei sondaggi elettorali Ixè segnala un momento di grande bagarre nelle prime tre posizioni, ma con un trend ben preciso che non può che far esultare Giorgia Meloni.

La Lega resta in testa con il 19,9% dei consensi, ma rispetto a tre settimane fa perde l’1,1%. A soli sette decimi si trova il Partito Democratico al 19,2%, ma anche in questo caso il crollo è preoccupante (-1,1%). Fratelli d’Italia balza al 19,0% con un rialzo dello 0,9%, guadagnando il 2% sui due partiti che lo precedono.

Nonostante le vicissitudini negative degli ultimi mesi, il Movimento 5 Stelle non si allontana troppo e si attesta al 17,3%, in crescita dello 0,3% nelle ultime tre settimane. Forza Italia cede lo 0,2% e si attesta all’8,4%, un punto lo guadagna Azione di Carlo Calenda che sale al 3,1%.

Art.1-MDP vale il 2,7% in crescita dello 0,2%, mentre perde due decimi Sinistra Italiana che scende al 2,0%. +Europa 1,6%, Italia Viva 1,2%, Europa Verde 1,1%, altri di centrodestra 1,2%. Indecisi/Astenuti 40,8% (+2,3%).

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: