Sondaggi politici elettorali: il Pd di Letta ruba consensi al M5S di Conte

Risale il Pd con Enrico Letta nuovo segretario, perde consensi il M5S di Conte. Lega primo partito ma in calo, bene Giorgia Meloni.
Sondaggi politici

Le dimissioni di Nicola Zingaretti avevano fatto crollare i consensi del Pd, ma con la nomina a nuovo segretario di Enrico Letta, il Partito Democratico li recupera, almeno in parte, danneggiando il M5S del leader Giuseppe Conte. E’ quanto emerge dai sondaggi politici elettorali EMG che indicano la Lega in calo e il partito di Giorgia Meloni in crescita.

Gli elettori del Pd hanno fiducia in Enrico Letta

Il motivo per cui il Partito Democratico ha recuperato una parte dei consensi persi in seguito alle dimissioni dell’ex segretario Nicola Zingaretti, è spiegato nel gradimento che il successore Enrico Letta, ha riscosso tra gli elettori del Pd. A credere in un rilancio del partito con il nuovo segretario è il 66% dell’elettorato Pd, il 32% non ci crede, il 2% preferisce non rispondere.

Diversa l’opinione degli elettori a livello nazionale, solo il 25% crede che Enrico Letta possa rilanciare il Partito Democratico, il 56% la pensa al contrario, il 19% non si esprime. In termini di consensi, il Pd guadagna il 2,1%. I dati sono forniti dai sondaggi politici Emg.

Intenzioni di voto: il M5S si allontana dalla Lega

I sondaggi politici elettorali EMG, presentati nel corso della trasmissione #cartabianca del 16 marzo 2021, condotta da Bianca Berlinguer, stimano la Lega al 22,0%. Il partito di Matteo Salvini retrocede di mezzo punto, tuttavia, aumenta il suo vantaggio sul Movimento 5 Stelle che, con Conte leader aveva compiuto una grande balzo in avanti. Come detto poc’anzi, una buona parte dei consensi persi questa settimana dal M5S (-1,4%), è dovuta alla crescita del Pd con l’avvento di Letta. Il Movimento di Conte passa dal 21,4% al 20,0%, ma resta saldamente il secondo partito italiano.

Pubblicità

La risalita del Partito Democratico che passa dal 14,0% al 16,1%, non basta a superare Fratelli d’Italia che, in rialzo di quattro decimali si attesta al 16,8%. Forza Italia cede lo 0,3% e scende al 6,5%. Italia Viva di Matteo Renzi cede tre decimali e scende al 4,0%. Stesso calo per Azione di Carlo Calenda che passa al 2,9%. Europa Verde guadagna lo 0,1% e si porta all’1,9%, Sinistra Italiana sale all’1,8% (+0,1%), stabile Articolo 1-MDP all’1,6%. Più Europa perde lo 0,3% e scende all’1,5%, fermo Cambiamo di Giovanni Toti all’1,3%. Altro partito 3,6%, indecisi/astenuti 41,3%.

Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: