Sondaggi politici elettorali: sale il M5S, crolla la Lega, bene Conte, male il governo

Le intenzioni di voto, la fiducia nei leader, l’indice di gradimento del Premier Conte e nel suo governo, nei sondaggi politici Ipsos del 17 dicembre 2020,
Sondaggi politici

Eccoci per l’appuntamento con i sondaggi politici elettorali Ipsos del 17 dicembre 2020, realizzati per il Corriere della Sera. Rispetto alle intenzioni di voto rilevate dal suddetto istituto in data 26 novembre, la Lega registra un calo di consensi molto importante, perde anche il PD seppure in misura molto minore. Il M5S si riprende alla grande agganciando Fratelli d’Italia, a sua volta in crescita. Boom per Forza Italia, mentre Italia Viva raggiunge Azione.

Per quanto concerne la fiducia nei leader politici, i sondaggi politici Ipsos, indicano il Premier Conte in netta risalita, al contrario cede Giorgia Meloni che viene superata da Roberto Speranza, in calo anche Matteo Salvini. Nonostante la grande crescita dell’indice di gradimento per il presidente del consiglio, crolla la fiducia nel governo.

Le intenzioni di voto

Solo tre settimane fa, i sondaggi elettorali Ipsos stimavano il vantaggio della Lega sul Partito Democratico di 4,9 punti percentuali, ma adesso, il gap si è ridotto al 3,3%. Il partito di Salvini perde il 2% e si attesta al 23,5%, il PD non ne approfitta, cedendo quattro decimali e passando al 20,2%.

Se le due forze politiche principali perdono consensi, alle loro spalle c’è un ex aequo con due partiti in crescita. Il Movimento 5 Stelle guadagna un punto percentuale e sale al 16,0%, raggiungendo Fratelli d’Italia che continua, comunque a salire con mezzo punto in più.

Pubblicità

Grande balzo in avanti di Forza Italia, che in tre settimane guadagna l’1,3% passando al 9,3%. Italia Viva cresce dello 0,2% e aggancia Azione, stabile al 3,0%. +Europa è fermo all’1,9%, mentre Europa Verde perde lo 0,2% e scende all’1,8%. Altre liste 2,3%. Astensione/indecisi 40,5%, in calo di mezzo punto.

Fiducia nel Premier Conte e nel governo

Il presidente del consiglio è nettamente il leader che gode della maggiore fiducia degli italiani. Dopo 21 giorni dall’ultima rilevazione, Giuseppe Conte guadagna 5 punti e sale al 57%. Diversamente, crolla l’indice di gradimento nel suo governo, che nello stesso arco di tempo, perde 6 punti e precipita al 49%. Appare evidente, che la percezione tra l’esecutivo e il suo Premier non è correlata. Conte viene visto come il mediatore delle varie forze politiche compongono la maggioranza, la persona che tiene in piedi il governo e che gli italiani ritengono equilibrata. Al contrario, l’esecutivo è palesemente frammentato e pieno di contraddizioni, con il M5S diviso al suo interno, il PD che lo appoggia quasi passivamente ma dove ci sono voci discordanti, e soprattutto Italia Viva che negli ultimi giorni si è messo di traverso con le dichiarazioni di Matteo Renzi contro il Premier.

Gradimento nei leader politici

Detto di Giuseppe Conte, che fruisce della fiducia di oltre metà degli italiani, la classifica “degli altri leader politici” è guidata dal ministro della Salute Roberto Speranza che guadagna un punto e si porta al 36%. Giorgia Meloni cede due punti e si attesta al 34%, in calo del 2% anche l’alleato di centrodestra Matteo Salvini che scende al 31%.

Stabile il segretario dem Nicola Zingaretti al 29%, a seguire tre leader al 26%, ma con una tendenza diversa. Infatti, il ministro Dario Franceschini perde un punto, mentre Luigi Di Maio e Silvio Berluscono guadagnano l’1%. La ministra di IV Bellanova, passa dal 20% al 21%. Alle sue spalle, il ministro 5Stelle Bonafede, stabile al 20% e il leader del M5S Vito Crimi al 20%, in crescita di un punto. Resta al palo Matteo Renzi all’11%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
12
Shares
Potrebbe interessarti: