Sondaggi politici elettorali: vola il M5S con Conte leader

Quanto valgono i partiti al 18 febbraio 2021 e come cambiano i consensi con Conte leader del M5S. I sondaggi Noto, raccolgono anche le opinioni sul governo Draghi e i giudizi su alcuni obiettivi del Premier.
Sondaggi elettorali SWG 19/4/2021

Con Giuseppe Conte leader, il Movimento 5 Stelle guadagnerebbe ben sette punti e mezzo in più, rispetto alle intenzioni di voto attuali. A rilevarlo, i sondaggi politici elettorali Noto, presentati durante la trasmissione “Porta a Porta” andata in onda il 18 febbraio 2021. A prescindere da ciò, la Lega resta sempre il primo partito italiano e il centrodestra risulta comunque vincente.

Sondaggio Noto: intenzioni di voto 18 febbraio 2021

La Lega è il primo partito con il 24,5% dei consensi. Alle sue spalle c’è sempre il Partito Democratico con il 19,0%. Terza piazza per Fratelli d’Italia indicato al 16,5%. Il Movimento 5 Stelle è staccato di due punti con il 14,5%. Forza Italia è decisamente lontano con il 6,5%. Il duello tra Carlo Calenda e Matteo Renzi è pari, sia Azione che Italia Viva sono stimati al 3,5%.

Cambiamo! di Giovanni Toti vale il 2,0%. Liberi e Uguali all’1,5%, così come La Sinistra (altri sondaggisti conteggiano la somma dei due partiti sotto un’unica voce). Noi con l’Italia 1,5%, Verdi-Europa Verde 1,5%, +Europa 1,0%. Altri 3,5%. Tenendo conto dei raggruppamenti politici, il centrodestra raggiunge il 51% (Lega-FdI-FI-Cambiamo!-NOI). Il centrosinistra (PD-M5S-LEU) arriva al 35%. Gli altri partiti totalizzano il restante 14%.

Come cambia il valore dei partiti con Conte a capo del M5S

I sondaggi politici Noto hanno rilevato le intenzioni di voto in un secondo scenario, ovvero con Giuseppe Conte leader del Movimento 5 Stelle. In questo caso, la Lega perde solo mezzo punto, portandosi al 24,0%. Secondo partito diventa il M5S con un notevole balzo che lo porta al 22,0%. Nessuna differenza per Fratelli d’Italia che resta fermo al 16,5%, ma sopravanza il PD che perde tre punti e precipita al 16,0%.

Mezzo punto in meno per Forza Italia che passa al 6,0%. Conte leader del M5S non cambia le sorti di Italia Viva che resta inchiodato al 3,5%, al contrario di Azione che cede mezzo punto e scende al 3,0%. Noi con l’Italia stabile all’1,5%, mentre Liberi e Uguali e La Sinistra perdono lo 0,5% e scendono entrambi all’1,0%. Verdi-Europa Verde si conferma all’1,0%, +Europa dimezza i consensi e si attesta allo 0,5%.

Cambia poco o nulla per il centrodestra che pur perdendo un punto, ottiene il 50%. Il centrosinistra con il M5S passa dal 35% al 39%. Altre liste fuori dai due raggruppamenti 11%.

Sondaggi sul governo Draghi

I sondaggi Noto rilevano che il 34% degli italiani, ritiene che il governo di Mario Draghi durerà fino a fine legislatura. Il 31% quantifica la durata in un anno, il 19% in pochi mesi, il 16% non si esprime. Sulla proposta del Premier di ridurre l’Irpef mantenendo la progressività, si dice favorevole il 72% degli intervistati, contrario il 6%, senza opinione il 22%.

Il nuovo presidente del consiglio vorrebbe che fossero recuperate le ore perse dalle scuole a causa delle chiusure forzate. Il 62% è favorevole, il 27% è contrario, l’11% non si esprime. Infine, Draghi sostiene che l’Euro è la moneta italiana ed è irreversibile: il 66% concorda, il 21% dissente, il 13% non risponde.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: