Sondaggi politici elettorali: vola il M5S con Conte leader

Quanto valgono i partiti al 18 febbraio 2021 e come cambiano i consensi con Conte leader del M5S. I sondaggi Noto, raccolgono anche le opinioni sul governo Draghi e i giudizi su alcuni obiettivi del Premier.

Sondaggi politici elettorali

Con Giuseppe Conte leader, il Movimento 5 Stelle guadagnerebbe ben sette punti e mezzo in più, rispetto alle intenzioni di voto attuali. A rilevarlo, i sondaggi politici elettorali Noto, presentati durante la trasmissione “Porta a Porta” andata in onda il 18 febbraio 2021. A prescindere da ciò, la Lega resta sempre il primo partito italiano e il centrodestra risulta comunque vincente.

Sondaggio Noto: intenzioni di voto 18 febbraio 2021

La Lega è il primo partito con il 24,5% dei consensi. Alle sue spalle c’è sempre il Partito Democratico con il 19,0%. Terza piazza per Fratelli d’Italia indicato al 16,5%. Il Movimento 5 Stelle è staccato di due punti con il 14,5%. Forza Italia è decisamente lontano con il 6,5%. Il duello tra Carlo Calenda e Matteo Renzi è pari, sia Azione che Italia Viva sono stimati al 3,5%.

Cambiamo! di Giovanni Toti vale il 2,0%. Liberi e Uguali all’1,5%, così come La Sinistra (altri sondaggisti conteggiano la somma dei due partiti sotto un’unica voce). Noi con l’Italia 1,5%, Verdi-Europa Verde 1,5%, +Europa 1,0%. Altri 3,5%. Tenendo conto dei raggruppamenti politici, il centrodestra raggiunge il 51% (Lega-FdI-FI-Cambiamo!-NOI). Il centrosinistra (PD-M5S-LEU) arriva al 35%. Gli altri partiti totalizzano il restante 14%.

Come cambia il valore dei partiti con Conte a capo del M5S

I sondaggi politici Noto hanno rilevato le intenzioni di voto in un secondo scenario, ovvero con Giuseppe Conte leader del Movimento 5 Stelle. In questo caso, la Lega perde solo mezzo punto, portandosi al 24,0%. Secondo partito diventa il M5S con un notevole balzo che lo porta al 22,0%. Nessuna differenza per Fratelli d’Italia che resta fermo al 16,5%, ma sopravanza il PD che perde tre punti e precipita al 16,0%.

Mezzo punto in meno per Forza Italia che passa al 6,0%. Conte leader del M5S non cambia le sorti di Italia Viva che resta inchiodato al 3,5%, al contrario di Azione che cede mezzo punto e scende al 3,0%. Noi con l’Italia stabile all’1,5%, mentre Liberi e Uguali e La Sinistra perdono lo 0,5% e scendono entrambi all’1,0%. Verdi-Europa Verde si conferma all’1,0%, +Europa dimezza i consensi e si attesta allo 0,5%.

Cambia poco o nulla per il centrodestra che pur perdendo un punto, ottiene il 50%. Il centrosinistra con il M5S passa dal 35% al 39%. Altre liste fuori dai due raggruppamenti 11%.

Sondaggi sul governo Draghi

I sondaggi Noto rilevano che il 34% degli italiani, ritiene che il governo di Mario Draghi durerà fino a fine legislatura. Il 31% quantifica la durata in un anno, il 19% in pochi mesi, il 16% non si esprime. Sulla proposta del Premier di ridurre l’Irpef mantenendo la progressività, si dice favorevole il 72% degli intervistati, contrario il 6%, senza opinione il 22%.

Il nuovo presidente del consiglio vorrebbe che fossero recuperate le ore perse dalle scuole a causa delle chiusure forzate. Il 62% è favorevole, il 27% è contrario, l’11% non si esprime. Infine, Draghi sostiene che l’Euro è la moneta italiana ed è irreversibile: il 66% concorda, il 21% dissente, il 13% non risponde.

Nato nel 1971, da circa un decennio svolgo il lavoro di redattore web. Molti i siti con i quali ho lavorato e collaborato tra i quali ricordo Blasting News e Ultimora. Esperienza più importante è stata quella svolta come autore e coordinatore sul sito CentroMeteoItaliano dal 2015 al 2020. Ho collaborato con la testata online Money.it e collaboro attualmente con il sito web TvOra.it. Essendo una persona poliedrica mi sono occupati di svariati argomenti che vanno dalla politica al fisco, dallo sport alla TV anche se non ho disdegnato di trattare anche di terremoti, astronomia, astrologia, tecnologia e lotterie.