Sondaggi politici elettorali: vola il M5S, crolla il Pd

Le dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario del PD e la rivoluzione del M5S con Conte che si accinge a prenderne il comando, rivoluzionano le intenzioni di voto.
Sondaggi politici

Le dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario del Partito Democratico e l’imminente discesa in campo dell’ex Premier Giuseppe Conte, stavolta in qualità di leader del Movimento 5 Stelle, provocano uno stravolgimento dello scenario politico, relativamente alle intenzioni di voto presentate nel corso del Tg La7 di lunedì 8 marzo 2021.

Sondaggi politici SWG 8 marzo 2021: M5s secondo partito

Rispetto alla rilevazione della scorsa settimana, le intenzioni di voto dell’istituto SWG indicano una sostanziale stabilità dei partiti che compongono la coalizione del centrodestra. Le grandi variazioni riguardano le due forze politiche principali del governo Conte II, con il Movimento 5 Stelle in grande ascesa che, balza al secondo posto, grazie all’annunciata rinascita che porterà Conte a guidare il partito.

I pentastellati passano dal 15,8% al 17,2%, un aumento di consensi dell’1,4% che permette al M5S di sopravanzare FdI e PD. I dem subiscono le dimissioni di Zingaretti, con un calo dell’1,9% che li fa precipitare al 16,6%. Il partito di Giorgia Meloni si vede superato dal M5S, ma nonostante la perdita di due decimali, Fratelli d’Italia stimato al 16,8%, supera il PD.

Lega primo partito, aumenta il vantaggio sul secondo

La Lega guadagna lo 0,1% e sale al 23,5%, rinforzando la sua leadership politica. Infatti, il primo partito inseguitore è il Movimento 5 Stelle, lontano 6,3 punti percentuali. La settimana scorsa, il principale avversario politico era il Partito Democratico che aveva un distacco minore, pari a 4,9 punti.

Pubblicità

Forza Italia resta la quinta forza politica in campo, con il 7,0%, in aumento di consensi dello 0,1%. Alle sue spalle c’è Azione al 3,7%, il partito di Carlo Calenda perde due decimali. Sinistra Italiana cresce dello 0,3% e si porta al 3,0%. Arretra Italia Viva di Matteo Renzi dello 0,3%, attestandosi al 2,5%.

+Europa passa dal 2,0% al 2,3%, i Verdi guadagnano lo 0,2% e si portano al 2,1%. Stesso discorso per MdP Articolo 1 che passa dall’1,9% al 2,1%. Altra lista, stabile al 3,2%. Non si esprime il 39% degli intervistati, percentuale in aumento di un punto.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: