Sondaggi politici: l’alleanza PD-M5S e le intenzioni di voto nazionali

L’alleanza PD-M5S per le prossime elezioni politiche è molto gradita dagli elettori dei due partiti, molto meno dagli altri. Fratelli d’Italia avvicina Pd e Lega, lontani i 5 Stelle.
Sondaggi elettorali SWG 19/4/2021

Il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle sono da tempo nello stesso governo, tra il Conte bis e Draghi. Con il pensiero rivolto alle prossime elezioni politiche che non sembrano essere imminenti (ma in Italia non si sa mai cosa può accadere), i sondaggi politici Winpoll realizzati per il Sole 24 Ore del 28 marzo 2021 hanno rilevato che, una netta maggioranza dell’elettorato dei due partiti è favorevole a un’alleanza futura. Una percentuale che precipita prendendo in considerazione anche l’opinione degli elettori della Lega, FdI, Forza Italia e Italia Viva.

Winpoll ha rilevato anche le intenzioni di voto ai partiti, in caso si andasse a votare per elezioni politiche. Rispetto a quanto riportato dagli ultimi sondaggi politici realizzati da altri istituti, il M5S è molto più basso nei consensi, mentre il PD sembra aver superato bene le dimissioni del segretario Nicola Zingaretti, probabilmente, grazie all’arrivo del successore Enrico Letta. Da segnalare anche, che il partito di Giorgia Meloni è sempre più vicino a quello di Matteo Salvini.

Sondaggi politici: l’elettorato sull’alleanza PD-M5S

Il sondaggio Winpoll indica che il 37% degli italiani crede che il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico dovrebbero presentarsi insieme alle prossime elezioni politiche. La percentuale sale di molto se ci si attiene alle risposte degli elettori dei due partiti. Infatti, il 76% dell’elettorato M5S e il 71% di quello del PD auspica questa alleanza.

Il 19% degli elettori della Lega pensa che i due partiti suddetti non dovrebbero presentarsi insieme alle prossime elezioni, lo sostiene anche il 15% degli elettori di Fratelli d’Italia, il 10% di quelli di Forza Italia e appena il 2% dell’elettorato di Italia Viva.

Le intenzioni di voto

Il sondaggio politico Winpoll che indica le stime elettorali dei partiti è stato realizzato per Il Sole 24 Ore del 24 marzo 2021. Rispetto alle precedenti intenzioni di voto risalenti allo scorso 12 febbraio, la Lega perde l’1,7% scendendo al 22,2%, ma resta il primo partito italiano. Il Pd al 20,1% guadagna lo 0,3%, come a dire che le dimissioni di Zingaretti e il successivo avvento di Letta, sommati non hanno cambiato la situazione.

Fratelli d’Italia cresce dello 0,6% e si attesta al 19,1%, avvicinando molto il Partito Democratico, ma soprattutto accorciando il gap dalla Lega del 2,3%, portandosi a circa 3 punti di distacco. Il M5S guadagna lo 0,8%, ma il 14,1% attuale lo fa restare molto lontano dal podio, non è da escludere che con la futura nomina dell’ex Premier Conte a leader, i consensi non possano compiere un consistente balzo in avanti.

Forza Italia cede lo 0,3% e si attesta al 6,7%. Azione di Carlo Calenda al 3,1% registra un calo dello 0,3%. In ribasso anche Italia Viva di Matteo Renzi, che passa dal 2,7% al 2,5%. Liberi e Uguali 2,4%; Verdi 1,9%; Partito Comunista 1,6%; Più Europa 0,5%; Cambiamo! 0,5%. Altre liste 5,3%. Non sa, non andrebbe a votare: 24%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: