Sondaggi politici: Lega e M5S penalizzati dal governo Draghi

Nel centrodestra si salva solo Forza Italia. Recupera il centrosinistra, in calo il M5S.
Sondaggi politici

Dall’incarico esplorativo ricevuto da Roberto Fico da Sergio Mattarella, al nuovo governo del Premier Draghi. Come è cambiato il consenso ai partiti? I sondaggi politici Winpoll realizzati per Il Sole 24 Ore il 12 febbraio 2021, quando ormai l’ex presidente della Banca Centrale Europea aveva ricevuto l’appoggio di tutte le forze politiche (esclusa Fratelli d’Italia) per la formazione di un nuovo esecutivo, rilevano che la Lega e il M5S hanno registrato il maggiore calo nelle intenzioni di voto, rispetto a due settimane prima.

Lega in calo, ma ampiamente primo partito

I sondaggi elettorali Winpoll realizzati il 29 gennaio, riportavano le intenzioni di voto successive alle dimissioni di Giuseppe Conte e in vista del tentativo di Fico (fallito) di formare un governo Conte ter. A distanza di 14 giorni, la Lega perde lo 0,4% e scende al 23,9%. Ma si può davvero attribuire questo calo di consensi, tra l’altro non così importante, all’appoggio che Matteo Salvini ha deciso di fornire al governo Draghi? Probabilmente, no.

Il partito alleato del Carroccio, Fratelli d’Italia, cede due decimali e si attesta al 18,5%. Quindi, nonostante la scelta di Giorgia Meloni sia stata opposta, non se ne sono visti i benefici. Il PD guadagna lo 0,2% e sale al 19,8%, ma il gap dalla Lega resta ancora ampio (4,1%). Il Movimento 5 Stelle continua a perdere colpi, passando dal 13,7% al 13,3%. Forza Italia cresce di un decimale e raggiunge il 7,0%.

Italia Viva cresce, ma non abbastanza

Matteo Renzi, dopo aver provocato la crisi di governo, ha fortemente appoggiato la scelta di Mattarella di incaricare Mario Draghi per la formazione di un nuovo governo. In linea teorica, si tratta di un successo e gli elettori lo hanno premiato. Infatti, Italia Viva guadagna lo 0,3% e si porta al 2,7%. Tuttavia, si parla di una percentuale che resta nettamente sotto le attese dell’ex segretario PD.

Chi, invece, continua a mantenersi sopra la soglia del 3% è Azione di Carlo Calenda, che passa dal 3,2% al 3,4%. La Sinistra guadagna lo 0,2% e sale a un modesto 1,9%. Verdi 1,5%, in calo dello 0,1%. Più Europa 0,8% (+0,1%). Altri 4,8%.

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
1
Shares
Potrebbe interessarti: