Terza proroga Naspi, la grande assente nelle intenzioni del Governo

Nel discorso di fine anno della ministra Catalfo nessuna menzione della terza proroga Naspi, la grande assente,
Nunzia Catalfo

In un video messaggio diffuso sui social il Ministro Nunzia Catalfo ha fatto il punto della situazione per quel che riguarda la cassa integrazione, il reddito di emergenza e gli aiuti per le famiglie.

Il video messaggio diffuso via Facebook, parla dell’anno che si sta chiudendo, ma purtroppo in esso non si fa menzione della terza proroga della Naspi, la grande assente.

Terza proroga Naspi assente

“Si chiude un anno molto delicato per il Paese. Un anno nel quale il Ministero del Lavoro è stato in prima linea per assicurare alle aziende e ai lavoratori la massima protezione possibile dagli effetti della pandemia da Covid-19” scrive la Ministra.

“Per noi, e per l’intero Governo, la tutela della salute dei cittadini è sempre stata al primo posto. Per questo, uno dei primi interventi è stato il protocollo condiviso per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro. Ciò ha consentito alle nostre attività economiche di affrontare la fase più acuta dell’emergenza nel pieno rispetto del diritto alla salute. Al contempo, siamo intervenuti con misure straordinarie per arginare l’impatto economico del virus. Parlo soprattutto della cassa integrazione estesa a tutte le aziende, che siamo pronti a prorogare ulteriormente se fosse necessario. Ma anche del blocco dei licenziamenti, del Reddito di Emergenza e delle indennità per i lavoratori che altrimenti sarebbero rimasti privi di reddito” continua nel suo video messaggio la Catalfo.

Pubblicità

In realtà, dalle parole della ministra si comprende che poco cambia rispetto agli scorsi mesi: volontà di prorogare i sussidi nel caso ce ne fosse bisogno (ma bisogna chiederselo se le famiglie possono avere bisogno in questo momento?) ma solo se ci sarà l’ok del governo.

Un possibilità di rinnovo, quindi, è prevista per il reddito di emergenza e per le indennità ma della Naspi non si fa parola e la terza proroga appare come la grande assente del discorso di fine anno, anche se era stata, in qualche modo, promessa in precedenza. Era stato detto, infatti, dalla stessa Catalfo di attendere marzo 2021 per capire come procedere con l’ammortizzatore sociale (si era anche parlato di eliminare la riduzione del 3% dal novantesimo giorno di fruizione ma anche questo, sembra essere caduto nel dimenticatoio).

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
22
Shares
Potrebbe interessarti: