Ultimi sondaggi politici: il PD paga la crisi di governo, Renzi no. Italiani divisi su nuove elezioni

Una buona parte degli italiani vorrebbe andare a elezioni anticipate, ma molti credono che andrà a finire diversamente. Le intenzioni di voto e la fiducia nei leader.
Sondaggi politici

Gli ultimi sondaggi politici elettorali Index del 14 gennaio 2021, realizzati per la trasmissione Piazzapulita di La7, indicano che il PD è il partito che ha pagato di più, in termini di consensi, la crisi di governo. Paradossalmente, Matteo Renzi che l’ha aperta con le dimissioni delle due ministre di Italia Viva, ha guadagnato per sè e per la sua forza politica. Sulla fiducia nei leader politici, in calo il Premier Conte che si allontana da Giorgia Meloni che guida la classifica. Gli italiani sono abbastanza divisi sulla possibilità di andare a nuove elezioni politiche. Oltre il 40% degli italiani, crede che la crisi di governo sarà superata con un esecutivo di unità nazionale.

Ultimi sondaggi politici Index 14 gennaio: le intenzioni di voto

La Lega resta il primo partito italiano con il 23,7% dei consensi, ma registra un calo di tre decimali, rispetto alla precedente rilevazione del 5 gennaio. Crolla il Partito Democratico al 19,2%, in ribasso dello 0,9%. Si avvicina ancora Fratelli d’Italia che, con un guadagno di quattro decimali, sale al 16,9%. Tiene il Movimento 5 Stelle con il 14,6%, in rialzo dello 0,1%. Forza Italia cede lo 0,2% e scende al 6,8%.

Azione di Carlo Calenda passa dal 3,5% al 3,7%. Anche Italia Viva cresce di due decimali e si porta al 3,5%, raggiungendo La Sinistra, ferma alla stessa percentuale. +Europa guadagna lo 0,1% e sale al 2,5%. Europa Verde è stabile al 2,0%. Cambiamo di Giovanni Toti si ferma all’1,1%. Altri partiti 2,5%. Indecisi+astenuti 37,9%.

Giuseppe Conte perde terreno da Giorgia Meloni

Nella classifica della fiducia nei leader, gli ultimi sondaggi politici Index indicano la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni al primo posto, stabile al 38%. Il Premier Conte perde due punti e scende al 34%. Più staccato il leader della Lega Matteo Salvini al 28%, in calo di un punto. Perde l’1% anche il segretario dem Nicola Zingaretti che scende al 25%. Silvio Berlusconi cede un punto e si attesta al 19%, restano fermi al 17%, Carlo Calenda e Luigi Di Maio. Risale Matteo Renzi che guadagna due punti e si porta al 15%.

Pubblicità

Crisi di governo, cosa succederà? Italiani divisi su nuove elezioni

Il 40% degli italiani vorrebbe superare la crisi di governo, tornando al voto per elezioni anticipate. Ma c’è un 44,6% che non vede il ritorno alle urne come una soluzione. Il 15,4% non sa o non risponde. Ma cosa si aspettano che succeda? Il 42,8% pensa che alla fine si arriverà a un governo di unità nazionale. Il 21,8% prevede un esecutivo Conte senza Renzi. L’8,1% pensa che si possa ricomporre la frattura tra il Premier e il leader di Italia Viva, per proseguire come prima a governare nella stessa maggioranza. Solo il 6,4% crede che si deciderà per nuove elezioni politiche. Il 20,9% preferisce non rispondere.







Pensioni & Fisco è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, iscriviti clicca sulla stellina in alto e resta sempre aggiornato, clicca qui.

Google News Edition Icon
Total
3
Shares
Potrebbe interessarti: