Ultimi sondaggi politici: Lega in calo, Italia Viva crolla

Nella Supermedia dei sondaggi elettorali YouTrend / Agi del 9 luglio 2020, il partito di Matteo Renzi perde più consensi di tutti. In calo Lega, FdI e Forza Italia, balzo in avanti di Azione. Stabili PD e M5S.

Sondaggi politici elettorali: Ixè 30 luglio 2020

Gli ultimi dati sulle intenzioni di voto ai partiti sono stati diffusi dal sondaggio politico elettorale YouTrend / Agi del 9 luglio 2020. La Supermedia prende in considerazione le stime di diversi istituti. Non ci sono grandi variazioni percentuali negli ultimi 14 giorni, tuttavia, è da prendere in considerazione come le tre forze politiche di centrodestra siano tutte in calo. Tengono meglio i due principali partiti di maggioranza, ma la coalizione di governo registra comunque una flessione a causa del crollo di Italia Viva. Da segnalare il balzo in avanti di Azione.

Sondaggi politici elettorali: la Supermedia del 9 luglio 2020

La Lega si conferma primo partito italiano con il 25,5% dei consensi, tuttavia, il partito di Matteo Salvini registra un calo dello 0,2%. Il Partito Democratico rimane stabile al 20,6%, così come il Movimento 5 Stelle al 16,0%, quindi una situazione di stallo che non cambia sostanzialmente lo scenario politico. Lo stesso discorso vale per Fratelli d’Italia che è piazzato al quarto posto con il 14,5% dei consensi. Il partito di Giorgia Meloni sembra ormai aver frenato la sua corsa e perde lo 0,1%. Identica lieve flessione per Forza Italia che passa dal 7,0% al 6,9%.

L’unica forza politica tra quelle minori a superare due settimane fa la soglia del 3% era Italia Viva. Dopo due settimane, troviamo il partito di Matteo Renzi al 2,9% con una perdita significativa di tre decimi. La Sinistra resta ferma al 2,7% e permette il recupero del partito Azione di Carlo Calenda che guadagna lo 0,3% e lo aggancia. Variazioni di un decimo per +Europa che sale all’1,9% e per i Verdi che scendono all’1,7%.

Il trend di maggioranza e opposizioni, di aree e coalizioni

La Supermedia del 9 luglio indica che la maggioranza Conte II vale il 42,3%, in calo del 3,6% rispetto alla sua nascita. L’opposizione di centrodestra è stimata al 48%, in crescita dell’1,7%.

Dalle Politiche 2018, la coalizione di centrosinistra è passata dal 22,9% al 28,1%. Nelle Europee 2019 valeva il 25,8%, dato simile al momento dell’alleanza di governo PD-M5S. Il M5S ha dimezzato i suoi consensi rispetto alle Politiche 2018 (16% vs 32,7%). Alle scorse elezioni europee ha preso il 17,1%, passato al 20,6% con la nascita del governo Conte II, il trend dell’ultimo periodo è quindi discendente.

Il centrodestra non era riuscito a centrare l’obiettivo del 40% alle Politiche 2018 quando ha raccolto il 37,1% dei voti. Il boom si è verificato alle Europee 2019 con il 49,5%, sceso al 46,3% come stima alla nascita del governo Conte II che ha visto la Lega uscire dal governo Conte I, per poi risalire all’attuale 48%.