Vaccino coronavirus: non basta averlo, serve anche distribuirlo e somministrarlo

vaccino

Sembra banale ma, una volta arrivato il vaccino, occorre stoccarlo, distribuirlo e somministrarlo.

Il vaccino della Pfizer/Biontech deve essere conservato a meno 70/80 gradi centigradi. Abbiamo le strutture in Italia per conservare milioni di dosi di vaccino a queste temperature?
Da ricordare che il vaccino in questione perde la sua efficace in poco tempo se conservato a temperatura di normale frigorifero.

Lo sforzo logistico sarà imponente. In Germania si sta già predisponendo un piano. Copiare dall’esperienza tedesca ci sembra utile e doveroso.

Altro problema è quello delle siringhe per la somministrazione del vaccino. Ne abbiamo in numero sufficiente per la somministrazione doppia del vaccino Pfizer/Biontech, o per altri vaccini che dovessero essere disponibili il prossimo anno?

Abbiamo personale sanitario sufficiente per la somministrazione del o dei vaccini?

Sono problemi organizzativi che il Governo deve affrontare da subito per non farsi trovare impreparato.

Sarebbe la beffa maggiore quella di acquistare vaccini e non sapere come conservarli, distribuirli e somministrarli.

Vediamo se questa volta il Governo si farà trovare pronto per la soluzione di problemi già noti fin da oggi.

Comunicato stampa ADUC