Vitalizi, il Senato li ripristina: rabbia M5S, esulta Paniz

La Commissione Contenziosa annulla la delibera che ha promosso il taglio dei vitalizi degli ex senatori. Protestano M5S e Lega, contrariato anche il PD, ma la decisione potrebbe essere ribaltata.

Taglio dei vitalizi

Non poteva andare meglio a Maurizio Paniz, ex deputato e legale degli ex senatori che hanno ritenuto ingiusto il taglio dei propri vitalizi. La Commissione Contenziosa del Senato ha reso nulla la delibera dell’Ufficio di presidenza che aveva deciso di applicare il taglio il 16 ottobre 2018. L’avvocato Paniz si è detto molto soddisfatto della decisione presa dalla Commissione e ha parlato di un’azione giusta che ha ripristinato la legge.

Come hanno votato i membri della Commissione Contenziosa

Nel caso specifico, ovvero a esprimersi in merito al ricorso presentato dagli ex senatori, sono stati cinque membri della Commissione Contenziosa. Secondo fonti provenienti dal Senato, tre di loro hanno deciso l’accoglimento del ricorso e quindi l’annullamento della delibera che prevedeva il taglio dei vitalizi. Si tratta del presidente, magistrato e senatore di Forza Italia Giacomo Caliendo e dei professori Gianni Ballarani e Giuseppe Dalla Torre. Hanno votato contro i senatori della Lega Simone Pillon e l’ex Cinquestelle Alessandra Ricciardi.

La vittoria della Casta

Ha vinto la Casta? La decisione non è stata sicuramente popolare e ha irritato la Lega, il PD e soprattutto il Movimento 5 Stelle. Chiaramente soddisfatta dell’epilogo Forza Italia, per Caliendo si è trattata di una decisione coerente alla legge. I due membri tecnici non hanno voluto rilasciare interviste.

Molto forte la replica del senatore del Movimento 5 Stelle Primo Di Nicola, secondo cui l’ex sottogretario di Silvio Berlusconi ha fatto i propri interessi, in quanto beneficerà in prima persona del ripristino dei vitalizi.

Protesta di tutto il M5S con Di Maio che tramite un post su Facebook ha asserito che in ogni caso si farà di tutto per non tornare ai vecchi privilegi. Per l’attuale leader Vito Crimi, si tratta di uno schiaffo al Paese. Il Movimento 5 Stelle prepara il ricorso contro la decisione della Commissione Contenziosa, previo l’approvazione del Consiglio di Presidenza del Senato. Dovrebbe toccare al Consiglio di Garanzia l’ultima decisione.

Matteo Salvini si è mostrato solidale con l’ex alleato di governo “Annullamento al taglio dei vitalizi in Senato? Vergognoso e disgustoso“. Il leader della Lega aggiunge “Non solo pace fiscale e cancellazione della sanatoria dei clandestini: il 4 luglio la Lega raccoglierà le firme anche per abolire una volta per tutte i vecchi vitalizi ancora in vigore“. Salvini accusa il PD di ipocrisia “Quelle del Pd sono lacrime di coccodrillo: solo un anno fa voleva aumentare gli stipendi dei parlamentari con tanto di proposta formale del suo tesoriere Luigi Zanda“.