Auto elettriche: in Italia incentivi a gogò, ma ci sono Paesi che le limitano 

Mario nava
auto elettriche

L’inquinamento e la lotta alle emissioni inquinanti ha portato l’Italia e i Governi di mezzo Mondo a varare misure e incentivi nell’indirizzo di favorire la transizione elettrica. Che significa? Che la mobilità va dritta verso il passaggio dai veicoli con propulsione tradizionale, cioè a benzina e gasolio, verso quelli a trazione elettrica. Incentivi per l’acquisto di auto elettriche, oppure limitazioni alla circolazione stradale dei veicoli più inquinanti, ma anche esenzione temporanea o perenne dal pagamento del bollo auto. Sono alcune delle misure messe in campo dalla politica per favorire la transizione. Ma non tutti i Paesi sono in linea con questa corrente di pensiero, o meglio, ci sono Paesi che sembrano prendere un’altra strada. Soprattutto perché all’inquinamento  atmosferico si è aggiunto un problema in più. Il caro energia e cioè la crisi energetica. All’aumento dei carburanti tradizionali, si è aggiunto l’aumento dell’energia elettrica. Una cosa di non poco conto, anche perché siamo alle porte del massimo impatto della crisi energetica.

Auto elettriche, cosa accade nella vicina Svizzera 

Il caro energia e la crisi energetica è un problema che sta interessando le autorità come e forse di più dell’inquinamento. Almeno al momento. E questo spinge a delle scelte diametralmente opposte a quelle fatte finora. Per esempio in Svizzera si sta pensando ad una limitazione all’utilizzo delle auto elettriche. In pratica chi ha un auto elettrica dovrebbe utilizzarla solo per stretta necessità come l’acquisto dei beni primari, il lavoro o per problematiche di carattere sanitario. Può sembrare strano ma è proprio questo che stanno pensando di fare in Svizzera, con una decisione del Consiglio Federale della Confederazione Elvetica che sembra già essere stata presa. Si attende solo il via libera all’emendamento che probabilmente sarà dibattuto il 12 dicembre prossimo.

Limiti e vincoli alla circolazione delle auto elettriche

Dopo essere state vendute e pubblicizzate come il toccasana per l’inquinamento. E dopo aver già fissato nel periodo 2030/2035 quello utile alla transizione completa dalla auto endotermiche alle auto elettriche, ecco che si torna indietro. Un autentico lockdown delle auto elettriche è quello che stanno partorendo in Svizzera. Come dicevamo, il Consiglio Federale della Confederazione Elvetica avrebbe preso questa decisione. Che è solo la prima di altri interventi che dovranno contenere il problema energetico. Infatti i successivi step potrebbero portare anche in Svizzera ad una limitazione all’utilizzo dei riscaldamenti che verrebbero calmierati a non più di 18 gradi.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
X
Configura Cookie