Consumo acqua, come risparmiare nella doccia

Risparmiare il consumo dell’acqua significa anche abbattere i costi della fonte di vita. Vediamo qualche consiglio.
Acqua

A livello globale, l’acqua è un bene prezioso. Prezioso e sempre più costoso. Deve quindi essere salvato. Anche nei nostri bagni. Fortunatamente, ci sono consigli facili da implementare per risparmiare acqua nella doccia.

In casa, il 98% dell’acqua che utilizziamo è dedicata all’igiene e alla pulizia. E circa il 40% solo nei bagni e nelle docce. Tra i mezzi per ridurre i consumi di acqua ed energia, il risparmio dell’acqua della doccia sembra essere un’idea interessante. Tanto più che semplici azioni per ridurre la spesa idrica possono essere sagge: doccia o vasca da bagno, devi scegliere
Per molti, fare il bagno è più allettante della doccia. Tuttavia, la prima opzione richiede 120-200 litri, rispetto ai 40-80 litri di acqua per la doccia. A meno che non stiamo a lungo sotto la doccia. Non dimenticare che, in linea di principio, bastano cinque brevi minuti per lavarsi e risciacquarsi. Ma, poiché un soffione doccia classico consuma circa 15 litri al minuto, in 10 minuti di doccia si perdono non meno di 150 litri d’acqua. O l’equivalente di un piccolo bagno. Quindi, per calcolare il tempo, programma la sveglia sul tuo cellulare.

Ma oltre a non indugiare sotto la doccia, ci sono altri trucchi per ridurre il consumo di acqua?

Recupera l’acqua persa
Prima di iniziare la doccia potrebbe essere necessario far scorrere l’acqua sì che raggiunga la temperatura desiderata. Invece di far scorrere l’acqua nello scarico, pianifica un secchio che ti permetta di recuperarla per un altro uso come annaffiare le piante, far bere il cane o per il wc.

Chiudi l’acqua
Per risparmiare ancora più acqua, non far scorrere l’acqua quando ti insaponi o ti dai lo shampooo. Ricorda, in un minuto, tra i 15 e i 20 litri d’acqua escono dal soffione della tua doccia. Quindi ogni secondo conta. Ma quando l’acqua viene chiusa, a volte è difficile riguadagnare rapidamente la temperatura ideale. Quindi, per evitare questo spreco, oggi esistono i cosiddetti dispositivi “stop docci ” – facili da installare – che consentono di interrompere il flusso dell’acqua per poi riavviarlo in modo identico non appena ne abbiamo bisogno. Abbastanza per ottenere tra il 10 e il 40% di risparmio.

Risparmiare acqua nella doccia: trovare l’attrezzatura giusta
Un altro consiglio per utilizzare meno acqua – fino al 50% – è investire qualche euro in economizzatori d’acqua o aeratori. Questi ultimi, fissati al soffione, riducono la portata utilizzata mantenendo una pressione equivalente. Qui, economia fa rima con comodità. Puoi anche dotarti di un miscelatore termostatico, che regola automaticamente e istantaneamente la temperatura ideale dell’acqua. Ad ogni doccia risparmierete così qualche decina di secondi e qualche litro d’acqua, necessari per il tempo di regolazione della temperatura dell’acqua.

Caccia alle perdite
Infine, attenzione alle docce gocciolanti! Una goccia d’acqua è una piccola cosa. Ma sommate tra loro, le gocce possono rappresentare diverse decine di litri d’acqua al giorno – quattro litri all’ora quando si tratta di gocciolamento e 16 litri all’ora se si parla di un filo d’acqua -, e diverse decine di euro in più, fino al 20% sulla bolletta.

COMUNICATO STAMPA DELL’ADUC

📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares