Pensione colf e badanti straniere a 56 anni

Come andare in pensione per badanti e colf ad una età decisamente vantaggiosa.
pensione

Anche  colf e badanti possono andare in pensione una volta raggiunti i 20 anni di contributi. Naturalmente con le regole ordinarie ma pure con misure in deroga e anticipate.

A tutti i lavoratori domestici, anche stranieri, la pensione può essere centrata con le stesse norme e regole di tutti gli altri lavoratori. Tra queste misure c’è la pensione a  56 anni di età e con 20 anni di contributi.

Lavoratrici domestiche, badanti e colf, la pensione a  56 anni

Donne a 56 anni e uomini a 61, con 12 mesi di finestra. È ciò che permette la pensione di vecchiaia per invalidi. Una pensione nettamente anticipata perché quella di vecchiaia ordinaria come è noto si centra a 57 anni. Ciò che la rende assolutamente appetibile come misura è il fatto che si tratta di una misura che ha come requisito contributivo sempre quello dei 20 anni come anche la pensione di vecchiaia ordinaria.

Serve però anche una invalidità pensionabile di almeno l’80%. Una invalidità che deve certificare al Commissione Medica Inps che si basa sulla riduzione della capacità lavorativa del soggetto interessato.

Il meccanismo con cui opera l’Inps con i suoi medici accertatori è sempre lo stesso e riguarda sostanzialmente la sopraggiunta incapacità a svolgere quelle mansioni tipiche del ruolo e delle mansioni svolte, quindi strettamente collegate al ruolo della badante piuttosto che della colf, nel nostro caso.

I requisiti per la pensione di vecchiaia con invalidità pensionabile

Ricapitolando, per avere diritto a questo trattamento occorre rispettare una serie di condizioni. In primo luogo, come detto c’è il doppio requisito anagrafico contributivo minimo, mentre come terzo vincolo l’invalidità certificata.

Nello specifico quindi, la pensione di vecchiaia anticipata per invalidi si centra con:

  • 56 anni di età minima per le donne;
  • 61 anni di età minima per gli uomini;
  • 20 anni almeno di contributi versati;
  • Almeno l’80% di invalidità pensionabile certificata Inps.

La decorrenza della prestazione come detto in precedenza parte 12 mesi dopo la data di completamento di tutti i requisiti prima descritti in virtù del meccanismo a finestra.

Total
62
Shares