Quanto costano i contributi volontari

Quanto costa un anno di contributi volontari per la pensione?
Pensione anticipata contributiva

Manca qualche anno di contributi per avere diritto alla pensione e si pensa di rimediare versando i contributi volontari. Ma quanto costano? La circolare INPS 27 del 2021 chiarisce che la cifra minima per i soggetti inoccupati resta invariata rispetto agli anni precedenti anche perchè la variazione dell’indice dei pressi al consumo è risultata negativa.

Contributi volontari dipendenti

Nel 2021 per la copertura di un anno di contributi volontari prevede una spesa minima di

  • 3538,91 euro per coloro che sono stati autorizzati al versamento dal 1 gennaio 1996
  • 2988,77 euro per coloro che hanno ottenuto autorizzazione entro il 31 dicembre 1995.

Questi i costi minimi per gli inoccupati, ovvero per coloro che non hanno mai avuto un’occupazione con contribuzione obbligatoria.

Per tutti gli altri, invece, il costo dei contributi volontari si ottiene applicando l’aliquota contributiva vigente (27,87% per i dipendenti autorizzati entro il 1995, del 33% per gli autorizzati successivamente) alle retribuzioni delle ultime 52 settimane lavorate.

In ogni caso, nel rispetto del minimale contributivo, il contributo non può essere inferiore a 57,48 euro per soggetti autorizzati entro il 1995 e di 68,06 euro per autorizzazioni ottenute dal 1996. Ma si ricorda che il calcolo deve essere effettuato applicando l’aliquota di riferimento alla retribuzione ricevuta nelle ultime 52 settimane di lavoro.

Per i lavoratori domestici, in ogni caso, così come per gli agricoli, e pescatori per i quali la legge fissa fasce di retribuzione convenzionali.

Le aliquote da applicare alle retribuzioni sono nello specifico:

  • per i lavoratori dipendenti non agricoli del 27,87% se autorizzati prima del 1996, del 33% se autorizzati dal 1996
  • per dipendenti agricoli del 29,30% se autorizzati prima del 1996, del 29,30% se autorizzati dal 1996
  • per pescatori del 10,47% se autorizzati prima del 1996, del 14,90% se autorizzati dal 1996
  • per lavoratori occupati in cantieri del 10,94% se autorizzati prima del 1996, del 14,57% se autorizzati dal 1996
  • per lavoratori domestici del 12,99% se autorizzati prima del 1996, del 17,42% se autorizzati dal 1996
  • per partite IVA per coprire un anno occorrono 3988,32 euro se il reddito è fino a 15953 euro l’anno, del 25% dei compensi percepiti se il reddito è superiore.
  • Per gli iscritti alla gestione separata per coprire un anno di contributi occorrono 5264,52 euro l’anno per redditi fino a 15953 euro l’anno, del 33% dei compensi percepiti se il reddito è superiore.
📰 Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
Total
0
Shares
Potrebbe interessarti: