Acqua calda per la doccia: l’alternativa al gas che non ti aspetti

Luca
Per limitare l’uso del gas almeno per avere l’acqua calda si ritorna al passato.

Ormai il costo del gas sta diventando proibitivo e se, nella maggior parte dei casi non se ne può fare a meno per riscaldare la casa, possiamo porre un rimedio a basso costo per avere acqua calda senza spendere una fortuna.

Anche se da una parte l’alternativa può essere quella di installare i pannelli solari, anche da balcone, per chi non può ricorrere ai contributi statali potrebbero risultare un’acquisto troppo oneroso. Soprattutto in questo periodo in cui la liquidità per le famiglie italiane non è tantissima.E allora cosa fare?

Acqua calda per la doccia: l’alternativa al gas è lo scalda acqua

Prima dell’avvento delle caldaie ogni casa italiana lo aveva, e ora torna ad essere la soluzione più conveniente: lo scaldabagno elettrico. Un piccolo accorgimento che non prevede l’uso del gas e permette di spendere decisamente meno per scaldare l’acqua del bagno e della doccia.

Se se ne sceglie uno di dimensioni abbastanza contenute, il prezzo di acquisto è davvero irrisorio e anche il consumo. Può essere inserito all’interno di qualsiasi bagno senza problemi e permette di fare una doccia o un bagno caldo senza dover rinunciare a nessuna comodità. Ma spendendo decisamente meno rispetto al gas.

I consumi dello scalda acqua sono davvero bassi e sul lungo periodo permettono di avere un notevole risparmio sulle bollette. E, cosa non da poco, almeno per l’acqua calda ci permetteranno di alienarci dal gas per affidarci interamente all’energia elettrica.

Se si sceglie uno scalda acqua da 10 litri, tra l’altro, anche il costo di acquisto è molto contenuto. Se ne trovano in offerta anche a meno di 60 euro e per l’installazione, se si è pratici, non serve neanche l’intervento dell’idraulico.

Segui Pensioni&Fisco su Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina
X
Configura Cookie