Addio PIN INPS, dal 1 ottobre non si potrà più richiedere

Dal 1 ottobre non sarà possibile richiedere il PIN INPS, al suo posta si dovrà utilizzare lo SPID.

INPS

Dobbiamo prepararci a dire addio al PIN INPS a cui, ormai, tutti ci eravamo abituati vito che è in vigore, ormai, dal 2012. Dal 1 ottobre 2020, infatti, l’INPS non rilascerà più nuovi PIN e i cittadini, dopo una fase intermedia, dovranno dotarsi di SPID.

 A comunicarlo l’INPS stesso che con una comunicazione rende noto che a partire dal 1 ottobre richiedere il PIN non sarà più possibile.

Il PIN dispositivo è stato largamente utilizzato dai cittadini per le richieste di sostegno al reddito, degli assegni al nucleo familiare, la verifica e la consultazione dello stato delle domande presentate.

Ovviamente dal 1 ottobre, chi è già in possesso di un PIN INPS potrà continuare ad utilizzarlo in una fase cosiddetta transitoria la cui durata deve essere ancora definita, durante la quale per accedere ai servizi dell’Istituto si potrà ancora usare il PIN INPS.

Dal 1 ottobre, quindi, non si potrà più chiedere un nuovo PIN INPS, a meno che a richiederlo non sia un soggetto che non può avere lo SPID (come ad esempio gli immigrati).

Dal termine della fase transitoria, però, senza lo SPID non sarà possibile accedere ai servizi dell’INPS poichè con la fine della fase transitoria non potrà essere utilizzato il PIN INPS anche se il cittadino lo possiede.

PIN INPS sostituito dallo SPID

Lo Spid, quindi, a breve prenderà definitivamente il posto del Pin INPS e permetterà non solo di interagire con l’INPS ma anche con l’intero sistema della Pubblica Amministrazione.

Per rpprofondire consigliamo le nostre guide su:

SPID

Carta Nazionale dei Servizi

Carta di identità digitale